A 49 anni rovinato e buttato in mezzo a una strada

William Sabbi Assistenza Sociale

The story

MI chiamo William Sabbi, 49 anni di Bologna

Le mie disavventure culminano a dicembre 2018 dopo avere perso il lavoro a causa dei proprietari dell'immobile in cui svolgevo la mia attività, in conseguenza di continui sinistri che la proprietà non intende indennizzare, HO PERSO TUTTO.

Dopo avere girovagato mesi ospite qua e la senza un tetto, a marzo decido con il benestare di mio padre di andare a stare nella casa di mia madre che purtroppo dal 2014 è incapace di intendere e di volere e che vive da anni con lui.

Pur elemosinando per mangiare avevo almeno un tetto sulla testa, acqua ed elettricità, ma mia sorella (con la quale non ho rapporti da tantissimo a causa della sua avidità) non daccordo con questa scelta tenta in ogni modo di farmi sbattere per strada, e infine convince mio padre a chiedere un tutore legale per nostra madre, cosa di cui in effetti non c'era bisogno visto che gestiva tutto nostro padre per lei, ma mio padre non aveva capito l'intento, lo scopo era quello di farmi sbattere fuori di casa.

Ora in effetti, e siamo al 7 agosto 2019, l'avvocato tutelare mi comunica che ha chiuso le utenze, e da fine agosto sarò senza acqua, luce e gas; non solo, l'avvocato deve far valutare l'appartamento per affittarlo o venderlo, appartamento le cui volontà di mia madre destinavano a me alla sua morte; così a settembre mi troverò senza un domicilio, senza un lavoro, senza più i ricordi di una vita, SENZA PIU' NULLA e buttato in mezzo ad una strada.

QUESTA E' LA REALTA' DI QUESTO INSULSO PAESE.

Ciò che chiedo è un piccolo aiuto economico per mangiare, e per vivere quanto possibile da qualche parte, magari un aiuto legale viste le ingiustizie patite per il lavoro e da mia sorella (che non riconosco più come tale).

Il mio sogno sarebbe di raccimolare la cifra necessaria a riscattare l'appartamento in cui sono nato che mia sorella tanto ha fatto per togliermelo e buttarmi in strada, ma forse non vivrò abbastanza...

William Sabbi