A nuoto nei mari del globo

Salvatore Cimmino Diritti Umani

La Buona Causa

Nel Mondo esistono oltre 1 miliardo di persone con disabilità, il 10% totale della popolazione.

Ogni giorno in Italia, secondo i dati INAIL, entrano nel mondo della disabilità per infortuni sul lavoro 187 persone al giorno. Se a questi aggiungiamo incidenti stradali, incidenti domestici e patologie gravi il numero delle persone coinvolte cresce vertiginosamente.

Le motivazioni che mi hanno spinto ad elaborare prima ed organizzare dopo un progetto così ambizioso, partendo dalla mia disabilità, é quella di contribuire ad abbattere tutte le barriere che impediscono alle persone con disabilità una reale integrazione, una vita piena, dignitosa, soddisfacente e produttiva. Obiettivo che è perseguibile, ritengo, solo attraverso la liberalizzazione delle tecnologie che possano passare dai cassetti dei principali centri di ricerca per diventare l'oggetto di programmi che le rendano accessibili alle persone con disabilità.

Tra gli obbiettivi del progetto c'è quello di realizzare una rete di aiuti per le persone con disabilità della regione del Kivu, (R.D. del Congo). Grazie alla generosità di aziende pubbliche e private raccolgo ausili e strumenti medico ospedalieri.

«L’ideale sarebbe che la Società intervenisse per colmare l’enorme distanza che ancora separa le persone disabili dal mondo produttivo».