vogliamo adottare un bambino

Mohammadali Modares Nia Infanzia

The story

Ohana significa famiglia. Famiglia significa che nessuno viene abbandonato. O dimenticato.

In tanti conoscono questa famosa frase di un film ma purtroppo non tutti possono fare parte di una famiglia e non tutti possono crearne una come deriderebbero.

Vi raccontiamo la storia della nostra di famiglia, e del nostro grande sogno.

Ali è nato in Iran e per avere più opportunità di crescita arriva in Italia a 18 anni per studiare. Lontano dalla famiglia si adatta comunque bene allo stile di vita occidentale e tra una lezione e un'altra trova anche qualche lavoretto per mantenersi. Questo ragazzo solare, socievole, educato e pieno di sogni un giorno mentre sta lavorando in un ristorante dove fa il barista vede una ragazza e la sua vita cambia completamente, dice ai suo compagni “lei potrebbe essere la donna della mia vita”. Georgina è nata in Argentina e dopo gli studi decide di seguire suo fratello maggiore in Italia. Questa ragazza timida, insicura e che ancora non parla molto l'italiano viene contattata per fare la cameriera in un ristorante e il giorno del colloquio non vede in fondo alla sala il ragazzo che diventerà la sua dolce metà. I due si innamorano e superando alcune difficoltà il loro amore va avanti e presto pensano a diventare una famiglia. Ma per accogliere un figlio ci vuole un nido sicuro, quindi facendo molti sacrifici acquistano una casa tramite un prestito della banca, per 30 anni. Il loro nido però non è pronto, ci vogliono tanti lavori e solo dopo averne fatto quelli più grandi pensano al loro primo figlio. È passato poco dal matrimonio quando capiscono che forse la vita ha per loro un altro piano e quindi che biologicamente non avranno figli. Nonostante il desiderio di adottare un bambino fosse sempre stato nel cuore di lei, tra il prestito della banca, i lavori ancora da fare a casa e un reddito non altissimo l'idea dell'adozione sembrava impossibile da portare avanti. Ma questa coppia ha molto amore da dare, e per loro avere una famiglia significa anche avere dei figli, non importa come arrivino, ma che ci siano e che abbiamo la possibilità di crescerli con amore.

Così decidono di rinunciare a molte cose, a fare tante ore extra, ma il loro desiderio di avere un figlio è talmente grande. Ci vogliono tre anni finché un giorno arriva LA TELEFONATA e scoprono che in India c'è una piccola bambina di 18 mesi che si chiama Sakhi che diventerà loro figlia. Altri 7 mesi e poi partono per portarla a casa. La permanenza in India cambia la loro prospettiva sulla vita e sull'adozione. Vedono una realtà che hanno visto in altri contesti, perché la povertà esiste anche nei paesi dove sono nati e l'hanno vista con i loro occhi, ma lì arriva al loro cuore e pensano anche alle origini della propria figlia e a come la sua adozione ha cambiato il suo destino, dandole l'opportunità di crescere serena e con molte risorse, oltre che con l'amore infinito della sua mamma e del suo papà.

Sakhi è una bimba sveglia, dolce, solare, chiacchierona, socievole e molto, molto attiva. Mamma è papà fanno fatica a starle dietro e il primo periodo è duro, ma con il tempo questi personaggi arrivati da posti lontani e con personalità, cultura e abitudini diverse trovano un equilibrio e diventano una famiglia a tutti gli effetti. Solo allora Ali e Georgina cominciano a pensare e a sognare con avere un altro figlio. Il problema è uno solo, il problema è puramente economico. Hanno dei risparmi ma non bastano per coprire le costose spese dell'adozione una seconda volta. Inoltre Georgina faceva un lavoro che era incompatibile con la maternità come voleva viverla lei, quindi con l'arrivo della figlia ha dovuto e voluto stare a casa per prendersi cura della piccola che ha vissuto 2 anni senza una mamma e un papà.

Sakhi oggi ha 7 anni, è serena e felice, ama la sua casa e la sua famiglia. Si diverte a giocare con i suoi animali nel giardino di casa, ha tanti amici, va a scuola, le piace la natura e fare delle gite in montagna, ma ogni giorno chiede per il suo fratellino. Sakhi è una bimba dolce e premurosa e diventerà sicuramente una sorella maggiore amorevole. Ali e Georgina sanno che nel loro destino c'è un altro bambino dagli occhi grandi e profondi, dalla pelle color cioccolato e dall'enorme bisogno di....una famiglia