HELP KAMBIZ TO LIVE A NORMAL LIFE

Irene Prati Assistenza Sociale

The story

TO SEE THE PHOTOS AFTER THE VIDEO CLICK ON THE NEXT GREEN SQUARE

PER VEDERE LE FOTO SUCCESSIVE AL VIDEO CLICCARE SUL QUADRATINO SUCCESSIVO AL VERDE

 

KAMBIZ IS INVALID TO 67% AFTER AN URGENT OPEN HEART SURGERY IN ENGLAND WHERE HE LIVED AND WORKED. IN THIS YEARS HAS DEVELOPED A CHRONIC RESPIRATORY DISEASE (BPCO) THAT PREVENTS HIM FROM PROPOSING CORRECTLY AND LIVING A NORMAL LIFE. WE NEED A SMALL HELP FROM EVERYONE IN THE HOPE OF MAKING HIS LIFE BETTER WITH THE CARE HE NEED.

 

KAMBIZ È INVALIDO AL 67% IN SEGUITO AD UN INTERVENTO A CUORE APERTO SUBITO IN GIOVANE ETÀ IN INGHILTERRA DOVE VIVEVA E LAVORAVA. DA POCO HA SVILUPPATO UNA MALATTIA RESPIRATORIA CRONICA (BPCO) CHE GLI IMPEDISCE DI RESPIRARE CORRETTAMENTE E DI VIVERE UNA VITA NORMALE. ABBIAMO BISOGNO DI UN PICCOLO AIUTO DA PARTE DI TUTTI NELLA SPERANZA DI RENDERE MIGLIORE LA SUA VITA CON LE ACCORTEZZE DI CUI HA BISOGNO.

 

For donations:

 

NAME: Irene Prati

BANK: INTESA SANPAOLO

IBAN: IT16E0306967684510334005017

BIC / SWIFT: BCITITMM

 

 

Indirizzo di riferimento: 

IRENE PRATI 

VIA DEL PASCOLO N.13

10042 NICHELINO (TORINO)

ITALIA 

Per ricevere ulteriori esami medici e documentazioni relative a Kambiz contattare: ireneprati1984@yahoo.com 

 

(PER LA LINGUA ITALIANA SCORRERE INFONDO)

KAMBIZ STORY 

Kambiz is a 64-year-old disabled man. He's born in Iran but he lived in England. When he was young he has an open heart surgery. Over the years his condition has worsened and a pulmonary BPCO lung disease has developed that prevents him from breathing properly. Following the open heart surgery the doctor decided to insert a pacemaker that would better manage the heartbeat but the conditions did not improve. Unfortunately, having a percentage of disability of 67% he doesn't receive any invalidity pension from Italy and his economic situation is very critical. In the photos you can see how Kambiz was and how Kambiz is today. As you see in the video he moves only the left side of the body and has a hand and a foot with difficulty in movement. The disease is complicating his situation by preventing him from going outside often because with the progression of the lung disease he struggles to walk many kilometers on foot and often when he is alone he falls because he doesn't keep well his foot on the ground with the consequences you can imagine.

KAMBIZ BEFORE THE DISEASE

Kambiz moved to England at the age of 24 to follow his dream: working in the restaurant business. The following year he found employment at "Pizza express" where he started working as a waiter. He played football and dreamed to become a football player. During his journey he met many new friends who helped him to integrate and taught him better the English language which in the meantime he studied in Plymouth. He was happy and enthusiastic. Life was giving him everything he needed. Suddenly, one night like any other, he began to feel a strong pain in his chest. He was rushed to the hospital where the doctor saw the seriousness of his situation: he was urgently operated. The operation lasted more than ten hours. He left the operating room at five in the morning. He woke up but didn't seem completely conscious. He was hallucinating and trembling. It took months before the doctor decided he could leave the hospital. After recovering he moved to Italy to stay close to his closest relatives. In Italy he began to develop a debilitating lung disease: the BPCO that prevents him from breathing properly. Unfortunately the money to treat the disease and for the maintenance of Kambiz isn't enough. Please help us.

HOW IS KAMBIZ TODAY

Today Kambiz is a different man. He lost some of the enthusiasm that distinguished him. He spends his days in front of the television or computer where he can finally find himself. His friends are no longer the same as they were then. He feels deeply alone and doesn't know if his condition will allow him to live much longer. I hope in your good heart because it's the only thing that remains. Irene.

 

LA VITA DI KAMBIZ

Kambiz è un uomo di 64 anni, nato in Iran ma residente in Italia dopo un vissuto di vent'anni in Inghilterra. È disabile da quando aveva poco più di una trenina d'anni in seguito ad un'operazione a cuore aperto. Nel corso degli anni le sue condizioni sono peggiorate e si è sviluppata una BPCO polmonare che gli impedisce di respirare correttamente. In seguito ad un secondo intervento al cuore il medico ha deciso di inserire un pace maker che gestisca meglio il battito cardiaco ma le condizioni non sono migliorate. Purtroppo avendo una percentuale di invalidità del 67% non percepisce alcuna pensione di invalidità e la sua situazione economica è molto critica. Nella foto vedrete Kambiz com'era e com'è oggi insieme ad alcune analisi che attestano quanto scritto. Come potete vedere dal video ha tutta una parte del corpo ferma. Non può muovere la mano destra e il piede destro e la malattia sta complicando la sua situazione impedendogli di uscire spesso all'aria aperta perché con la progressione della malattia polmonare fatica a percorrere a piedi tanti chilometri e spesso quando è solo cade perché non tiene bene il piede saldo per terra con le conseguenze che potete immaginare.

KAMBIZ PRIMA DELLA MALATTIA 

Kambiz si trasferì in Inghilterra all'età di 24 anni per seguire il suo sogno: lavorare nel settore della ristorazione. L'anno successivo trovò impiego presso "Pizza express" dove iniziò a lavorare come cameriere. Giocava spesso a calcio con gli amici e sognava di diventare calciatore. Durante il suo percorso conobbe tantissimi nuovi amici che lo aiutarono ad integrarsi e gli insegnarono meglio la lingua inglese che nel frattempo studiò a Plymouth. Era felice ed entusiasta. La vita gli stava dando tutto ciò che aveva bisogno. Improvvisamente una sera come tante, iniziò a sentire un forte dolore al petto. Fu trasportato d'urgenza all'ospedale dove il medico constatò la gravità della sua situazione: doveva subire nell'immediato un'operazione a cuore aperto perché il suo cuore stava cedendo. L'operazione durò più di dieci ore. Furono ore di attesa dolorose e frustranti. Uscì dalla sala operatoria alle cinque del mattino. Si svegliò ma non sembrava completamente cosciente. Aveva delle allucinazioni e tremava. Ci vollero mesi prima che il medico decidesse che potesse lasciare l'ospedale. Dopo essersi ripreso dall'operazione si trasferì in Italia per stare vicino ai suoi parenti più stretti. Fu proprio qui in Italia che iniziò a sviluppare una malattia polmonare invalidante: la BPCO che gli impedisce di respirare correttamente. Purtroppo i soldi per curare l'avanzamento della malattia non sono sufficienti e per questo chiedo il vostro aiuto.

 

COM'È KAMBIZ OGGI

Oggi Kambiz è un uomo diverso. Ha perso parte di quell'entusiasmo che lo contraddistungeva. Passa le sue giornate davanti alla televisione o al computer dove riesce a trovare finalmente sé stesso. I suoi amici non sono più gli stessi di allora. Si sente profondamente solo e non sa se le sue condizioni potranno permettergli di vivere ancora a lungo. Spero nel vostro buon cuore perché è l'unica cosa che ci rimane. Irene.