The story

Abbiamo fondato una rivista che parla di menti atipiche e neuroatipicità. 

Vogliamo che la parola "disabilità", assieme a "handicap", "normodotato" e "normale" venga sostituita da tipico e atipico, perchè ognuno di noi è umanamente tipico o atipico in qualche aspetto della sua vita.

Per restituire dignità, rispetto e obiettività alla causa delle cosiddette diversità.

Il giornale è scritto da persone che le atipicità le vivono tutti i giorni e non solo le studiano sui libri.

Ti presentiamo il nostro primo numero promozionale e ti chiediamo se hai voglia di sostenerci per far si che resti gratuito e possa essere distribuito in ospedali, studi medici, università e ovunque ci siano persone che abbiano voglia di leggere le nuove parole per descrivere le atipicità.