Centro rigenerazione fisica e spirituale

Alisa Lustig Ambiente & Ecologia

The story

CAMPI ELISI

Qui si mangia e lavora gratis.

 

Un agriturismo è solo un lontano richiamo. Qui come presso gli antichi filosofi non si rifugge dai lavori umili e faticosi, ma terminatili ci si ritrova in un ambiente di alto livello culturale con iniziative ed eventi letterari, artistici, di musica colta ... scambio di idee e inviti a personalità meritevoli.

 La buona tavola con i prodotti genuini appena raccolti sono all'ordine del giorno e non solo i campi, anche la cucina è aperta a chi volontariamente vuol cimentarsi in preparazioni per coloro che sono presenti nella giornata usando gli ortaggi della coltivazione biologica.

 Il lavoro in allegra compagnia e l'ambizione del far bene e conquistare il titolo di socio Eccellente nella scala di merito che inizia con gli Inesperti e Principianti, farà di questo centro un'isola serena di salute e rigenerazione fisica e spirituale, di uscita dallo stress quotidiano.

La qualità sarà nostra mira costante a partire dalle coltivazioni con metodi solo naturali, alla tavola e gli intrattenimenti per grandi e piccini. Un centro che valorizza e promuove la doti umane, pertanto saranno ammesse solo persone  integre di spirito e valori. Sarà interdetto l'accesso ai cani e non ci saranno animali domestici da allevamento.

La realtà famigliare della mia infanzia e giovinezza proiettata in una collettività più ampia. Mio padre non era un contadino, ma è un uomo di grande cultura e conoscenze, uno scrittore! Il terreno che coltivava in contratto di comodato, con il nostro aiuto quando fummo cresciuti, faceva invidia a tutto il vicinato e ci rendeva quasi autosufficienti sotto l'aspetto alimentare. Chi assaggiava i nostri ortaggi si meravigliava sempre come mai fossero più buoni anche di quelli acquistati da piccole aziende contadine. Avete dei segreti di coltivazione speciali? Ci chiedevano.

 Certo il segreto sta nel non mirare al lucro, perché chiunque coltiva per la vendita mira naturalmente alla resa e anche nel rispetto della coltivazione biologica c'è ampio margine che può fare la differenza. Ad es. l'uso troppo frequente e abbondante di concimi naturali e leciti come quelli di mucca e cavallo non è raccomandabile, mentre un buon compostaggio che li sostituisca il più possibile è fondamentale per la qualità e il gusto degli ortaggi.

 Perché voler far tutto in fretta nella vita e considerare il lavoro come un obbligo di cui liberarsi al più presto e non trasformarlo invece in una passione che ci soddisfi anche nello svolgerlo e non solo per il risultato? Perché dover poi ricercare delle attività per occupare il nostro tempo libero (come portare un cane a fare i suoi bisogni, correre per far movimento ...) quando possiamo impegnarlo in maniera molto più sensata e proficua per noi e gli altri e ricavarne maggior soddisfazione?

Perché non prendere la via più diretta e naturale per il benessere senza passare attraverso il denaro per cui ci si arrabatta buona parte della vita, spesso nuocendo all'ambiente involontariamente, per poi infine ricercare con il denaro guadagnato quei prodotti genuini alla base della salute e della buona tavola che potevamo ottenere direttamente con un lavoro più soddisfacente in armonia con la natura?

Chi vuole sponsorizzare un così ambizioso progetto?                                                     

Se hai sempre sognato di avere un orto ma il lavoro e i frequenti spostamenti non ti lasciano tempo sufficiente per seguirlo, qui puoi realizzare il tuo sogno, certo che qualcuno si prenderà cura delle piante in crescita che hai seminato o messo a dimora e tornando le ritroverai come un padre ritrova i figli affidati alla consorte durante la sua assenza. Se ti sta a cuore la tua salute e quella d'altri e la salvaguardia dell'ambiente qui puoi contribuire positivamente a un progetto eco-sostenibile che porta ad un beneficio collettivo.

Progetto da realizzarsi nel levante ligure, in collina distante pochi chilometri dal mare. Naturalmente occorre acquistare un immobile con terreno. Si può cominciare in piccolo e ingrandire o spostare l'iniziativa in seguito se avrà successo. Attualmente sono state visualizzate delle possibilità sopra Zoagli, oppure zona Leivi, per cominciare il progetto con spesa modica e se il risultato sarà positivo si potranno creare altri centri affiliati tra loro in località diverse.

Gli sponsor e donatori saranno naturalmente privilegiati e avranno accesso gratuito come i lavoratori eccellenti, mentre per gli altri potrà essere previsto un tesseramento annuale e altre formule con modica spesa: settimanale, giornaliero, che alimenteranno il fondo per le spese collettive che richiede la coltivazione ed il mantenimento dell'immobile insieme ad altre iniziative come visite guidate, laboratori verdi per scolaresche, vendita in loco di eventuali prodotti agricoli eccedenti. L'iniziativa una volta avviata dovrebbe essere in grado di auto-mantenersi senza mirare al lucro.

 La scelta del luogo e immobile avverrà in base ai fondi raccolti. Se questi saranno troppo scarsi per l'iniziativa completa, verrà acquistato solo un piccolo appezzamento di terreno senza rustico per coltivazione collettiva.

La condizione attuale del nostro mondo contemporaneo da una parte così sofisticato tecnologicamente, dall'altra è molto vulnerabile. Potrebbero facilmente verificarsi delle situazioni di emergenza in cui il denaro e beni immobili nelle città non potranno essere di giovamento. Situazioni (già sotto gli occhi di tutti seppur sotto forma limitata e rapidamente risolvibili per ora), in cui anche beni di prima necessità come alimenti, medicine siano temporaneamente non disponibili o di incerta salubrità a causa di disastri ambientali che interrompono i collegamenti, di improvviso inquinamento da sostanze chimiche o radioattive per disastri umani, diffusione di nuovi virus non controllabili... che potrebbero mettere a dura prova il nostro sistema e la salute di tutti.   Un gran vantaggio sarà allora poter disporre autonomamente delle derrate alimentari necessarie per l'alimentazione quotidiana attraverso il lavoro diretto delle proprie mani  con la certezza della genuinità e salubrità.

Sicuramente anche senza situazioni di emergenza che ci si augura non avvengano, la produzione in proprio a chilometro zero con metodi naturali sarà di grande beneficio alla salute, contrasterà l'invecchiamento ed è la miglior prevenzione contro tutte le malattie.

Che serve tener denaro inutilizzato in banca? Si vive una sola volta, fate un investimento positivo che vi darà tanta soddisfazione!!!