Centro Ricreativo Parkinson

Jessica Caregnato Assistenza Sociale

The story

 

Nella vita speriamo di riuscire ad avere il coraggio di cambiare le cose che possiamo cambiare, la serenità di accettare quelle che non possiamo cambiare e la saggezza di conoscere la differenza tra le due.

Non è facile ma ci stiamo provando.

 

A 42 anni, dopo più di 7 di convivenza col Parkinson e tanto tempo passato a pensare come il destino abbia cambiato la sua vita, Andrea ha deciso di creare uno spazio per chi, come lui, lotta ogni giorno contro questa malattia che porta le persone ad isolarsi e ad allontanare anche i propri cari.

Vivendo in prima persona la difficoltà nel ritrovare la voglia di socializzare, il suo sogno sarebbe quello di creare uno spazio dove incontrarsi, aiutarsi, divertirsi organizzando laboratori creativi...insomma passare un po' di tempo inseme, riunendo i parkinsoniani del territorio, dai più giovani ai più anziani, che potranno trarre beneficio dall'avere un punto di aggregazione vicino casa, e dando anche un sostegno ai loro famigliari che potranno approffittarne per conoscersi o semplicemente per ritrovare un momento tutto loro (e sappiamo quanto siano rari questi momenti).

Per poter realizzare questo grande progetto però abbiamo bisogno di un grande aiuto  perché per rendere fruibili i locali destinati alle attività di accoglienza è necessario ristrutturare una porzione dell'abitazione di Andrea.

 Si tratta di un casolare con ampi locali da poter destinare all'organizzazione di laboratori ed all'accoglienza in caso di necessità. I fondi che raccoglieremo serviranno per dare nuova vita a questa abitazione rurale, tipica del territorio, immersa nella natura.

La posizione isolata nel cuore della campagna ferrarese, in Emilia Romagna, e l'ampio parco a disposizione permetterebbero anche di avvicinare le persone alla vita all'aria aperta, potendo organizzare tante attività ricreative e/o sportive.

 

Aiutateci a creare uno spazio d'interazione e di ritrovo per chi da solo non può farcela.

 

Sono la moglie di Andrea e nei mesi a venire Vi terrò aggiornati su tutte le novità ed i progressi che faremo. Posteremo foto e video nella speranza di poterVi render partecipi di questo progetto.

 

Aprile 2023: stiamo procedendo con l'organizzazione delle prime attività che proporremo, in particolare Ortoterapia ed un corso di arte con la tecnoca della pittura con la sabbia. In contemporanea, abbiamo preso contatti per i primi preventivi per le operazioni di demolizione e stiamo procedendo con un primo sogmbero della zona circostante la parte dell'abitazione da ristrutturare (a breve un paio foto/video dei primi passi Wink).

Stiamo procedendo anche con la divulgazione del messaggio rivolto a tutte le associazioni,  per aiutare in particolare i giovani parkinsoniani a ritrovare la voglia di socializzare, abbiamo contattato AP&C di Ferrara, e grazie ad A.I.G.P. abbiamo fatto una breve intervista su Radio Parkies, ecco il link:

https://www.mixcloud.com/RadioParkies_Italy/the-important-thing-is-exaggerate_intervista-a-jessica-e-andrea_01_04_23/

 

 

In life we hope to be able to have the courage to change the things we can change, the serenity to accept the things we cannot change, and the wisdom to know the difference between the two.

It's not easy but we're trying.

 

At 42 years old, after more than 7 living with Parkinson's and a long time spent thinking about how fate has changed his life, Andrea has decided to create a space for those who, like him, fight every day against this disease that leads people to isolate themselves and even push their loved ones away.

 

Living firsthand the difficulty in rediscovering the desire to socialize, his dream would be to create a space where they could meet, help each other, have fun organizing creative workshops... in short, spending some time together, bringing together the Parkinsonians of the area, come on younger to older, who will be able to benefit from having a meeting point near home, and also giving support to their families who will be able to take advantage of it to get to know each other or simply to find a moment of their own (and we know how rare these moments are) .

 

In order to be able to carry out this great project, however, we need a great deal of help because in order to make the premises intended for hospitality activities usable, it is necessary to renovate a portion of Andrea's home.

 

It is a farmhouse with large rooms that can be used for the organization of workshops and for hospitality in case of need. The funds that we will raise will be used to give new life to this rural house, typical of the area, surrounded by nature.

 

The isolated position in the heart of the Ferrara countryside, in Emilia Romagna, Italy, and the large park available would also allow people to get closer to life in the open air, being able to organize many recreational and/or sporting activities.

 

Help us create an interaction and meeting space for those who cannot do it alone.

 

I am Andrea's wife and in the coming months I will keep you updated on all the news and progress we will make. We will post photos and videos in the hope of being able to make you part of this project.

 

April 2023: we are proceeding with the organization of the first activities that we will propose, in particular Orthotherapy and an art course with the technique of painting with sand. At the same time, we have made contacts for the first estimates for the demolition operations and we are proceeding with a first eviction of the area surrounding the part of the house to be restored (soon a couple of photos / videos of the first steps Wink).

We are also proceeding with the dissemination of the message addressed to all associations to help in particular young parkinsonians to rediscover the desire to socialize, and thanks to A.I.G.P. we did a short interview on Radio Parkies, here is the link:

https://www.mixcloud.com/RadioParkies_Italy/the-important-thing-is-exaggerate_intervista-a-jessica-e-andrea_01_04_23/