NO ALL'INCENERITORE ALL'EX CARTIERA BURGO

COMITATO CIVICO NO INCENERITORE Ambiente & Ecologia

La Buona Causa

Il Comitato si propone quale portatore di interesse dei cittadini che si oppongono al progetto della società ProGest spa. Questo progetto prevede la realizzazione di un inceneritore e di un turbogas nella ex Cartiera Burgo.

Sebbene molti enti pubblici, fra i quali Regione Lombardia, Parco del Mincio, Comuni di Mantova, San Giorgio di Mantova, Porto Mantovano, Borgo Virgilio, alcuni Gruppi Consiliari del Comune di Mantova, Associazioni e i Comitati di Cittadini, abbiano espresso la propria avversione all’insediamento di tali infrastrutture altamente inquinanti presso la ex Cartiera Burgo, l’Amministrazione provinciale di Mantova, con atto dirigenziale n. PD/1149 del 30 giugno 2016, ha accolto favorevolmente il progetto presentato dalla Ditta Cartiere Villa Lagarina s.p.a.. Il progetto prevede la realizzazione di un inceneritore della capacità nominale di 13,7 MWt e 3,2 MWe ed un turbogas da 23 MWe. L’inceneritore, in particolare, che si trova in piena area urbana, è un impianto importante perché brucerebbe i derivati di lavorazioni e riciclo della carta provenienti dagli oltre venti stabilimenti della nuova proprietà che opera nel Triveneto e tale incenerimento è stato rifiutato dalla Regione Trentino Alto-Adige e dalla città di Voghera.

Con questo progetto, quindi, la società ProGest brucerà a Mantova tutti i suoi scarti, in un territorio già soggetto a forte impatto ambientale da parte delle industrie, in un clima pesante, nebbioso, senza venti e soffocato da micro-polveri. Un territorio inquinato, già riconosciuto SIN (Sito di Interesse Nazionale) dal Ministero dell’Ambiente e all’interno del quale si è riscontrata nella popolazione un’alta incidenza di ‘sarcomi dei tessuti molli’. Sarà necessario, allora, valutare non solo l’impatto ambientale dell’inceneritore, ma anche quello sulla salute con la ricaduta dei possibili rischi sanitari sui cittadini di Mantova, che si sommerebbero alle già note criticità.

Considerato che la società ProGest spa, attualmente, ha già ottenuto il nulla osta dell’Amministrazione provinciale che si appresta ora a rilasciare la nuova Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A), con la quale realizzare in brevissimo tempo i suddetti impianti altamente inquinanti, si è costituito il presente Comitato per affrontare l’emergenza in atto, al fine di raggiungere il seguente scopo:

impedire con ogni mezzo consentito dalla legge e anche attraverso il ricorso nelle opportune sedi giudiziali amministrative, civili o penali, la costruzione e la messa in esercizio dell’impianto di “Produzione di energia termica ed elettrica” (inceneritore) da attuarsi nella ex Cartiera Burgo e cioè in piena area urbana.

A tal fine, si intendono attuare le seguenti azioni:

- operare con ogni mezzo legittimo per informare, coinvolgere e mobilitare l’opinione pubblica;

- sviluppare il dibattito e i confronti con gli Organi Istituzionali della Provincia e della Regione, connessi agli obiettivi sopra esplicitati;

- adire le vie legali nelle opportune sedi amministrative, civili e/o penali a tutela dei diritti dei cittadini interessati alla fattispecie sopra indicata;

- promuovere una raccolta fondi presso la cittadinanza a copertura delle suddette spese legali;

- conferire incarichi professionali a periti od esperti esterni al comitato stesso;

- curare i rapporti con i mezzi di pubblicità a stampa, telematici, radiofonici, televisivi o sulla rete internet.