Raccolta fondi Leggenda della Fate di Pretare 2018

Associazione Monte Vettore Generale

La Buona Causa

Dal 1956, il paese di Pretare (AP) fa da cornice allo spettacolo teatrale della Leggenda delle Fate, la storia della Sibilla e del suo amato Guerrin Meschino, tratta dal racconto quattrocesco di Andrea da Barberino.

“La Sibilla, gelosa della vita semplice e gioiosa di Colfiorito, fece franare dal Vettore una valanga di terra e pietre che seppellì il paese”. Così recita il testo di una delle pagine più drammatiche della leggenda: un sortilegio che il terremoto del 2016 ha reso una triste realtà.

Nel desolante scenario di un paese ridotto dal sisma ad un cumulo di macerie, la comunità di Pretare ha deciso di ripartire dalle sue radici. A tre anni di distanza dall’ultima edizione, il 15 e 16 agosto 2018 si rinnova l’appuntamento con la Leggenda delle Fate. Questo spettacolo, che coinvolge noi pretaresi sia nel cast che nell’allestimento tecnico, potrà essere per noi un segno di rinascita, un segno che Pretare è ancora viva grazie alle sue tradizioni.

Certo, il terremoto ha cambiato molte cose, e questa edizione presenta numerose difficoltà sia dal punto di vista economico che logistico. È per questo motivo che chiediamo un contributo a tutti voi, pretaresi, nativi ed oriundi, amici ed innamorati di Pretare che sono stati sempre affascinati dalla bellezza del nostro paese, per realizzare questa iniziativa così importante per la nostra rinascita.

Sostieni la nostra attività donando anche solo cinque euro, tramite bonifico o carta di credito.

 

*********

 

LO SPETTACOLO

La Leggenda delle fate si ispira al libro del ‘Guerin Meschino’ di Andrea da Barberino che i menestrelli raccontavano di villaggio in villaggio e che i nostri avi hanno ambientato nei luoghi di Pretare tanto che alcuni anziani giuravano di sentire gli zoccoli delle gambe delle fate, segno del maleficio della Sibilla, nei viottoli del nostro paese. La storia così affascinante, nel 1956 è diventata uno spettacolo folcloristico con fate e pastori interpretati dai giovani di Pretare. Spettacolo che è stato rappresentato per alcuni anni in occasione della festa patronale di San Rocco ed è solo nel 1985 che ‘La leggenda’ diventa un vero e proprio spettacolo teatrale sempre interpretato rigorosamente dai giovani pretaresi, con la regia di Roberto Piermarini. Dal 2003 con la direzione artistica di Roberto Piermarini, allo spettacolo è stata data una cadenza triennale e la regia affidata a diversi registi che hanno dato alla Leggenda una propria interpretazione artistica ma con la condizione che pastori e fate dovessero essere sempre giovani di origine pretarese.