FESTIVAL ANTIFA, FEMMINISTA, ANTIRAZZISTA A VERONA

Alessandro Antonioni Human rights

The story

L’idea di fare un Festival a Verona nasce dalla volontà di offrire uno spazio alle realtà antiasciste, femministe e antirazziste per poter collaborare, creare momenti di confonto e di presa di parola pubbblica. Verona viene spesso indicata dai giornali nazionali e internazionali come "laboratorio dell’estrema destra". Tuttavia non solo vogliamo mostrare le differenze che coraggiosamente resistono a questa deriva, ma intendiamo soprattutto rilanciare un progetto politico collettivo che possa aprire nuovi spazi di libertà.

Vogliamo dare visibilità e far conoscere le buone pratiche delle realtà politiche e associative che hanno in questi anni contribuito a a raccontare un'altra Verona.

All’interno del Festival le attività saranno molteplici: dibattiti, incontri informativi, workshop e laboratori, concerti, spettacoli teatrali, cibo con prodotti della rete dei contadini “resistenti”, e molto altro ancora.

Parleremo di giustizia sociale e climatica, diritti LGBTQI+, antirazzismo e antifascismo, violenza di genere, femminismo, autodeterminazione, lavoro e reddito, antispecismo, lotte ambientali e per i beni comuni.

L’idea di un Festival nasce anche per dare l’opportunità di ritrovarsi a tutte quelle persone che per coscienza o per curiosità hanno partecipato alle lotte e alle mobilitazioni che hanno attraversato Verona negli ultimi mesi. Venite e contribuite numerosi e numerose, così da poter dare vita a una nuova propositiva realtà che possa replicarsi anche negli anni futuri.

Il Festival si svolgerà dal 5 all'8 settembre a Quinzano (Verona) nello spazio vicino alle piscine Santini dove ogni anno si svolge la festa in Rosso. 

Per restare aggiornate e aggiornati sul programma (che sarà online a breve) andate qui.