Il Giardino della Salute

Alisa Lustig Health

The story

IL GIARDINO DELLA SALUTE

Il vivere sano è un'arte che pochi conoscono a fondo e ancor meno mettono in pratica. Non è meglio prevenire l'insorgere di malattie che curarle quando ne siamo colpiti?

La prevenzione è possibile in maniera molto semplice e l'alimentazione vi ha un ruolo fondamentale. Purtroppo in questo nostro mondo sempre più tecnologico forse le cose più semplici e fondamentali per la salute e serenità sono spesso difficili da ottenere e vengono tenute in poco conto, quelle che nuocciono hanno invece grande successo e si spendono per esse capitali.

Sono certa che anche in questi casi gravi come l'attuale diffondersi del Covid 19 se le persone avessero l'abitudine di assumere quotidianamente cibi e bevande ricchi di antibatterici naturali, il contagio sarebbe meno attivo per le difese immunitarie che ognuno svilupperebbe nel suo organismo. Certo non significa la certezza di non contrarre il virus (la cosa è comunque variabile da soggetto a soggetto), ma sicuramente una notevole riduzione del rischio per molti.

Durante la peste qualcuno ha potuto aver contatti con i malati senza contagiarsi semplicemente bevendo tisane e spruzzandosi degli oli essenziali delle tre piante aromatiche per eccellenza: TIMO, SALVIA, ROSMARINO.

Se si bevesse ogni giorno una tisana (magari al mattino a digiuno) e usasse queste erbe di frequente in cucina insieme alle altre aromatiche che tutti conosciamo per variare quotidianamente il gusto dei cibi, il sistema immunitario di ognuno verrebbe rafforzato. Lo posso affermare per esperienza personale e di tutta la mia famiglia, sono pochi gli inverni in cui mi viene l'influenza e raramente ricorro ad aspirina o simili, solo una volta ho preso l'antibiotico in vita mia.

Oltre alle erbe l'AGLIO, come tutti in fondo sanno, è il miglior battericida naturale: uno spicchio d'aglio crudo al giorno, toglie il medico di torno! Dopo di esso viene la cipolla e i gli altri ortaggi della famiglia.

É noto da gran tempo, ma quanti lo mettono in pratica veramente? C'è forse qualche medico che lo annuncia ufficialmente? Quando ci dicono di stare a casa e lavarci bene le mani c'è forse qualcuno che abbia diffuso il consiglio di prevenirsi contro il virus con questi rimedi naturali? No certo, perché se l'aglio andasse a ruba come le mascherine non sarebbe possibile produrne dell'altro prima che arrivi la stagione del prossimo raccolto, pertanto non portando un guadagno rilevante a nessuno, lo si ignora e si disprezzano questi metodi naturali che possono invece avere una reale efficacia.

Per chi abita in una grande città non è certo facile trovare sempre dei prodotti genuini e riguardo le erbe per esempio, se si acquistano fresche, chissà quante contaminazioni di polvere, CO2 e altra sporcizia invisibile possono aver subito durante il trasporto dal luogo in cui sono state coltivate e chissà anche là se crescevano in un terreno salubre, lontano da strade ecc.

é probabile che se tutti seguissero questi elementari metodi di prevenzione naturale, la disponibilità di tali essenze botaniche e orticole da coltivazione biologica non sarebbe sufficientemente disponibile nelle vicinanze di ognuno.

Ecco quindi il progetto per questa raccolta fondi, da realizzarsi nel levante ligure a pochi chilometri dal mare: si tratta di poter acquistare un terreno idoneo per la coltivazione delle piante aromatiche, dalle più comuni alle meno note con prevalenza delle fondamentali. Principalmente: Timo, Salvia, Rosmarino, Menta, Origano, Maggiorana, Basilico, Prezzemolo.

A seconda della disponibilità di terreno alcuni ortaggi particolarmente benefici per la salute come:

Aglio, Scalogno, Cipolle, Sedano, Erba cipollina, Peperoncino, Rafano, Rucola, Spinaci, Borragine, Carote ...

e in scala minore altre erbe meno usate e alcune piante medicinali e spontanee importanti: Dragoncello, Santoreggia, Melissa; Achillea, Piantaggine, Tarassaco, Cicoria …. con ai margini alcuni alberi come : Alloro, Biancospino per le tisane dei suoi fiori e Sambuco sia per i fiori che per le bacche ricche di vitamine.

In questo GIARDINO DELLA SALUTE le persone potranno venire a rifornirsi direttamente secondo necessità con la certezza della genuinità da toccare con mano.

Tutti i donatori per la realizzazione di questo progetto potranno ricevere un compenso in natura quando la coltivazione sarà avviata in base alla disponibilità delle piante.