Giochi senza barriere 2015

tutti a scuola onlus Giovani

The story

E la storia continua…

 

                            Giochi senza barriere undicesima edizione                                            

A distanza di undici anni e soprattutto dopo che per undici anni siamo riusciti a regalare una festa dedicata a tutti i bambini e adulti disabili a Napoli è più difficile aggiungere qualcosa che non si è già detto.

Giochi senza barriere è nata come una festa dedicata ai nostri figli disabili che non venivano invitati alle feste dei loro compagni di classe.

Giochi senza barriere è anche tante altre magnifiche possibilità di affermare e realizzare un altro modello di coesione sociale, di solidarietà ma soprattutto di diritti.

Durante questi undici anni ci hanno affiancato istituzioni, donne e uomini straordinari ed abbiamo avuto il privilegio di regalare ai nostri figli e fratelli più deboli una festa sempre più bella.

Dal programma della scorsa edizione si può ricavare con una agevole lettura come organi dello Stato, il servizio pubblico radio televisivo, le università, artisti di fama nazionale ci sostengono e contribuiscono a costruire una giornata indimenticabile per le 20.000 persone, disabili e familiari che hanno reso giochi senza barriere una festa unica nel suo genere in Italia.

L’orgoglio di aver fatto nascere, di aver coltivato e fatto crescere questa esperienza ci responsabilizza e ci autorizza a sognare che giochi senza barriere divenga un giorno non lontano un modello da seguire in tutte le città d’Italia.

La sensibilità del presidente del Senato e del segretariato sociale della rai che ci hanno concesso il patrocinio della ultima edizione è il punto di partenza per coinvolgere ancora di più donne ed uomini di buona volontà che abbiano a cuore la affermazione dei diritti costituzionali e il sogno di un altro mondo per i disabili.

Una nota importante nella descrizione di un racconto che si sviluppa da undici anni riguarda le risorse economiche ed i volontari.

Giochi senza barriere declina il termine volontario in modo integrale: non esistono volontari che contribuiscono alla nostra festa per i quali è previsto un rimborso spese, non esistono volontari a pagamento.

Questo atteggiamento radicale quale senso abbia per il mondo che ci circonda ha per noi una importanza relativa.

Quello che sappiamo è che oltre 600 giovani ed adulti contribuiscono e credono che questo sia possibile. Così vive da undici anni giochi senza barriere ed è un bel modo per farla vivere!

La festa dei nostri figli disabili ha per fortuna potuto contare nelle ultime due edizioni sul contributo economico della fondazione banco di Napoli ma il costo della intera manifestazione sfiora i 35.000 euro ( un quarto dei costi è rappresentato dalle spese per il trasporto dei disabili con autobus a noleggio).

Con risorse aggiuntive potremmo rendere più lunga la festa e più ampia la platea dei partecipanti ( il nostro obiettivo è arrivare a 100.000 persone!).

Forse, con il tuo aiuto, potremmo riuscirci.

Toni Nocchetti

 

Presidente associazione tutti a scuola onlus