Giustizia per Kyle Rittenhouse

Andrea Alberti Pubic

The story

**GIUSTIZIA PER KYLE RITTENHOUSE** 

---In fondo a questa pagina troverete il video con tutte le riprese dei fatti (diverse angolazioni), altri video di quella serata e qualche foto.

  Come ben saprete e come propagandato dai media locali, il giovane americano 17enne originario dell'Illinois, è stato protagonista di uno spiacevole evento i giorni scorsi.

 Qui di seguito, in breve, racconteremo quanto successo, RACCONTANDO I FATTI COSI' COME SONO AVVENUTI, allegando anche prove video.

 Chi vorrà approfondire è libero di cercare nel web (notizie prevalentemente in inglese).

 

Come ben saprete, negli ultimi tempi numerose sono state le manifestazioni a tema "BLACK LIVES MATTER", manifestazioni a difesa dei diritti dei cittadini contro la violenza della Polizia.

Ebbene, a causa di queste manifestazioni cui hanno preso parte violenti e rivoltosi, la città di New York e le numerose altre città dello Stato Americano hanno visto numerosi fatti spiacevoli.

 Infatti, con la legge sulle armi libere, i rivoltosi scendono in piazza armati, danneggiando edifici e saccheggiando attività commerciali.

 Ed è qui che il nostro Kyle entra in gioco.

 Infatti, i cittadini americani, stufi di queste rivolte violente in cui i saccheggi la fanno da padrone e le attività di migliaia di persone vengono DISTRUTTE E SACCHEGGIATE BRUTALMENTE (basta cercare su youtube), hanno così creato dei gruppi armati a difesa di queste attività e degli edifici più importanti (visto che la polizia locale non è intervenuta tanto quanto si sperava).

 Questi gruppi sono composti da VOLONTARI, ARMATI (MA NON VIOLENTI).

 

 Quello che è successo la notte scorsa è quanto: nei pressi di una stazione di benzina, il giovane è stato aggredito da alcuni manifestanti, nello specifico da JOSEPH ROSENBAUM (il ragazzo con la maglietta rossa). 

Kyle, non essendo un violento, non ha inizialmente utilizzato l'arma a sua disposizione ma anzi E' FUGGITO.

Il manifestante lo ha inseguito lanciandogli oggetti non identificati, e quando lo ha quasi raggiunto accerchiandolo in un parcheggio (avendo altri oggetti non identificati con sè di cui Kyle non poteva chiaramente accertarsi in tempo visto le circostanze) il giovane cadetto ha fatto fuoco colpendo e uccidendo il manifestante. 

La prima cosa che fà a questo punto è chiamare il 911 per far arrivare i soccorsi. 

A seguito di ciò e con la folla a lui attorno, si è dato alla fuga per evitare di essere gambizzato dalla folla numerosa di manifestanti ma è stato inseguito.

 Poco distante avverrà infatti il secondo conflitto a fuoco: durante la fuga Kyle inciampa e cade all'indietro.

 Un manifestante (che si scoprirà poi essere Anthony Huber) tenta di colpirlo ALLA TESTA sferrandogli un colpo con il suo skateboard mentre Kyle è ancora a terra ma il ragazzo assorbe il colpo e risponde sparando UN colpo che si rivelerà poi fatale.

 Contemporaneamente, un altro manifestante, col viso coperto, tenta di aggredire Kyle ma quando quest'ultimo fà fuoco con la sua arma, arretra spaventato e si blocca al rumore degli spari.

 Vigliaccamente, poi, estrae da dietro i pantaloni una Glock (illegalmente posseduta) e la punta contro Kyle che però con una freddezza ed una lucidità eroica degna dei migliori militari da campo, ferisce con un colpo il manifestante al braccio.

 A questo punto Kyle, che era ancora a terra per via della caduta, si rialza e fugge verso le volanti della polizia che lo lasciano andare.

 Solo successivamente Kyle verrà poi arrestato per omicidio a casa di sua madre.

 

Vediamo un attimo chi sono le vittime di questi eventi.

1)  JOSEPH ROSENBAUM, 36enne, ha scontato più di 10 anni di carcere per abuso sessuale su minore

2)Anthony Huber (il ragazzo dello skateboard)

3) Gaige Paul Grosskreutz, scontato diverse pene per furti aggravati.

 

E' chiaro come Kyle si sia solamente DIFESO, senza MAI essere stato il primo ad offendere e ad aggredire.

KYLE NON ERA UN ESTREMISTA, nei suoi social infatti MAI aveva espresso opinoni estremiste.

Era un cristiano praticante, proteggeva la sua cittadina, partecipava ad eventi informativi del Dipartimento di Polizia Locale, faceva il bagnino alla Young Men’s Christian Association, faceva attività di parrocchia, ripuliva la città dai murales, aveva persino organizzato una raccolta fondi per la Polizia Locale, era ben voluto e amato da tutti.

 E' stato per caso intervistato prima dello spiacevole fatto ed alle telecamere ha detto: «Qui ci sono persone che si stanno facendo male, e noi vogliamo proteggerle. Io voglio aiutare le persone, se qualcuno si fa male io gli vado incontro per aiutarlo. Per questo ho un’arma. Proteggo ovviamente anche me stesso: ho con me anche un kit di pronto soccorso»

Ora c'è una vera e propria GOGNA MEDIATICA in atto nei confronti del povero ragazzo che ha solamente lottato per la sua vita.

Sul web e sui social si leggono ovunque minacce di morte rivolte a lui ed alla sua famiglia.

Purtroppo, l'indirizzo di residenza è trapelato e molti ne sono a conoscenza, facendolo girare.

Su Youtube vi è un video dove i media MANIPOLANO LE NEWS raccontando di un Kyle che vaga per la strada sparando e ferendo, mettendolo al pari delle sparatorie in scuola americane. 

 La famiglia ha anche tentato di avviare una raccolta fonda ma l'hanno annullata restituendo i proventi ai donatori in quanto Kyle, per la legge americana, è un CRIMINALE e pertanto non possono essere fatte donazioni per lui.

INTANTO PERO', I MANIFESTANTI, SEMPRE TRAMITE DONAZIONE, HANNO RACCOLTO 1 MILIONE E 800 MILA DOLLARI E LA CAMPAGNA E' ANCORA ATTIVA !!!!!

 

Tutto quello che è stato scritto qui sopra E' LA PURA VERITA', NULLA E' STATO MODIFICATO O ALTERATO AI FINI DI FAR APPARIRE KYLE COME UN EROE.

 

Lo scopo di questa raccolta fondi è quello di aiutare la famiglia direttamente fornendo loro un SUPPORTO ECONOMICO per le spese legali del figlio.

 

LINK DEL VIDEO DEGLI AVVENIMENTI:  https://youtu.be/MTDHrAaM3U4

 

LINK ALL'INTERVISTA LA SERA STESSA PRIMA DEI FATTI:   https://youtu.be/fKy0kmg-rog

 

LINK AL VIDEO DEI RIVOLTOSI CHE ISTIGANO ALLA VIOLENZA:  https://youtu.be/3l7gw3LQRnM 

 

LINK AD ALCUNE FOTO DEI MOMENTI TRAGICI

https://ibb.co/F8dNqHS 

 

https://ibb.co/8Kj1DT2 

 

https://ibb.co/mGGsdHd 

 

https://ibb.co/N3xMMvX