La Buona Causa

Sissy Trovato Mazza, Agente di Polizia Penitenziaria in servizio a Venezia, dal primo novembre 2016 lotta tra la vita e la morte in una camera d'ospedale. La giovane 28enne originaria di Taurianova, in Calabria, fu trovata agonizzante all'interno di un ascensore nell'ospedale civile della città lagunare, ferita alla testa da un colpo di pistola che, secondo gli inquirenti sarebbe stato esploso dalla stessa, con la sua arma di ordinanza, in un tentativo di suicidio. La famiglia di Sissy Trovato non crede affatto alla tesi del suicidio paventata dagli inquirenti e spera con forza di riuscire a dimostrare i numerosi aspetti poco chiari della vicenda, finora emersi.

La 28enne, intanto, non si è ancora svegliata e solo lei potrebbe di fatto raccontare tutta la verità sulla vicenda che ha scosso l'Italia intera anche alla luce delle immagini che immortalano sorridente e felice la giovane calabrese e che allontanerebbero l'ombra del suicidio prospettato dagli inquirenti in seguito alle lunghe indagini compiute.

Le firme verranno consegnate direttamente al Presidente della Repubblica e del Consiglio.