The story

L&A DISABILITY TOUR punta a creare una rete turistico- ricettiva, sul territorio Ragusano, formata da strutture adeguate e posizionate su punti strategici. L'idea è quella di creare una piccola "catena" posizionata in modo che il viaggiatore con disabilità possa non solo viaggiare, visitare i luoghi principali del territorio, ma possa farlo anche in autonomia o in completa serenità.

Trovare assistenza, un centro equipaggiato da supporti ed ausili medici e presenza di operatori sanitari vorrei diventasse nuova frontiera. L’obiettivo prioritario, che va oltre il progetto stesso, è favorire il diffondersi di una nuova cultura sociale ed economica relativa alla riconoscibilità dei diritti della persona disabile, che riconosca a ogni persona il diritto e la responsabilità di avere un ruolo attivo e di poter partecipare alla vita della comunità in ogni fase dell’esistenza, incluso lo stato avanzato di una malattia.

Il progetto prevede la realizzazione di 3 strutture, una creata per gli spazi comuni, accoglienza ospiti, magazzino e dormitorio operatori, una dedicata al viaggiatore con disabilità, una dedicata all'ospitalità residenziale e/o turistica.

Il sistema residenziale è studiato, riproducendo gli ambienti domestici per attrezzarli, integrarli e dotarli di quanto necessario in risposta a una pluralità di bisogni delle persone disabili e non. Tutti gli spazi sono progettati, realizzati e gestiti secondo specifiche classi di criteri, relative alla sostenibilità ambientale ed efficienza energetica, alla sicurezza sismica, all’accessibilità totale e al Design for all, alla flessibilità massima possibile degli spazi al fine di variare, integrare e modificare, se necessario ed in base alle esigenze ed alle evoluzioni temporali, le funzioni in essi svolte.

In particolare si parla di case in bioedilizia modulari.

Altro punto innovativo è essere parte integrante di un nuovo progetto ministeriale. L'installazione di pannelli fotovoltaici digitali. Case accessibili ed estremamente green.

Per la realizzazione del progetto ho stanziato personalmente i primi fondi, serviranno per l'acquisto del terreno ( 30.000,00 circa), oneri e spese tecniche ( 25.000,00) per avvio e conclusione dei lavori ed autorizzazioni.

Per il completamento del progetto inizialmente si erano stimati costi per 550.000,00, cifra abbattuta grazie alle aziende che sposando il progetto, ci forniranno le materie prime, omaggiando il costo della manodopera.

Per i viaggiatori con disabilità il soggiorno, sarà totalmente gratuito. I ricavi per mantenere la struttura e per realizzarne altre sarà determinato dalla rendita della seconda struttura ad un mercato più ampio di viaggiatori o da affitti di medio-lungo termine di soggetti deboli, ma con reddito; dall'acquisto di due mezzi: uno dedicato ai servizi gratuiti, l'altro a noleggio; ultima e non meno importante, l'acquisto di pannelli fotovoltaici digitali con rendita minima in un anno di circa 10.000,00 euro su impianto di 12kw.

Questo dovrebbe permetterci già alla fine del primo anno di attività, di iniziare la realizzazione del secondo sito.

So che è un grande progetto, ma fatto di grandi persone che hanno un desiderio comune, vedere nella loro vita ancora tanti sorrisi.

Dignità, libertà e uguaglianza, in un mondo sano" princìpi cardine per un malato.