Non lasciamo che il COVID affossi il Centro Hakumana!

Novella Maugeri Cooperazione Internazionale

The story

*********************************scroll down for the English version***********

il Centro Hakumana è un centro diurno alla periferia di Maputo, dove trovano ospitalità famiglie, mamme e bambini affetti da HIV. Gli utenti del centro sono spesso anche affetti da tubercolosi o altre malattie invalidanti e sono in situazioni di vulnerabilità sociale. Il Centro offre loro sostegno attraverso cibo, cure mediche/psicologiche, istruzione, ma anche e soprattutto gli offre una opportunità di riqualificazione professionale attraverso attività quali il laboratorio di sartoria, la fabbricazione di saponi, la cura dell’orto e la produzione di piccoli manufatti con materiali riciclati. A oggi le attività del centro sono svolte interamente grazie alla collaborazione di volontari, sia personale medico specializzato che volontari junior, e delle suore missionarie di varie congregazioni. Il centro si sostenta quasi esclusivamente con donazioni, e nonostante sia stato accreditato dal ministero della sanità mozambicano come ‘centro sanitario’, non riceve alcun appoggio dallo stato.

Purtroppo la crisi del COVID non ha fatto che peggiorare la situazione del Centro dato che molte delle attività che si svolgevano in comunità non si possono più portare avanti, ma allo stesso tempo il numero delle persone in situazione di bisogno è aumentata, e sono ad oggi piú di 300! Questo perché le restrizioni imposte dal governo mozambicano per arginare la cavalcata del virus hanno imposto la chiusura di tutte le attivitá di vendita informale, mandando sul lastrico una grandissima parte della popolazione urbana che si sostentava in questo modo. Da qui un vertiginoso aumento degli utenti del centro che ricevono un pacco alimentare ogni settimana. Inoltre per molto tempo le scuole sono state chiuse, e i bambini adesso si ritrovano con ulteriori problemi e ritardi a livello educativo e psicologico: il centro Hakumana faceva molto anche per questo con le sue attivitá di doposcuola e di accompagnamento psicologico, ma adesso non puó piú portarle avanti in gruppo e lo staff del centro non é abbastanza per offrire questo supporto a piccoli gruppi. Come vedete dal video, il COVID veramente rischia di affossare il Centro Hakumana ed i suoi utenti.

A Luglio 2015, quando io e Vincenzo ci siamo sposati e vi abbiamo chiesto una mano e voi tutti siete stati talmente incredibili che grazie al vostro aiuto l’Hakumana è riuscito a costruire e equipaggiare la sua cucina in murature e due aule in più per i suoi utenti. Oggi e durante queste feste vorremmo di nuovo chiedervi una mano per fare in modo che la pandemia non affossi ulteriormente le attività del centro. Per poter far si che il Centro possa continuare ad offire il suo supporto anche a gruppi di untenti piú piccoli, evitando cosí la ulteriore diffusione del virus, le donazioni che raccoglieremo con questa iniziativa andranno a assicurare che le attività di supporto medico, psicologico e educativo siano stabili e continuative e non legate alle disponibilità dei volontari. Come? sovvenzionando delle ‘borse di studio’ per quattro figure lavorative fondamentali all’interno del centro: un infermiere, uno psicologo, un assistente sociale e un educatore. In questo modo sarà possibile assicurare da un lato che anche i tirocinanti che fanno pratica presso il centro possano continuare a perfezionare la loro educazione, e dall’altro sará possibile anche impegarli ufficialmente presso il centro una volta che avreanno preso il loro titolo di studio, assicurando cosi una stabilitá nello staff dell’Hakumana e la possibilta di accompagnare piccoli gruppi di utenti, purtoppo in continuo aumento …non lasciamo che il COVID affossi il centro Hakumana e che gli utenti restino senza accompagnamento medico, psicologico e educativo!

Visitate il sito e la pagina facebook del centro (in portoghese) per avere maggiori informazioni sulle attività del Centro Hakumana ed anche entrare in contatto con loro direttamente se volete:

www.centrohakumana.org

www.facebook.com/Centro-Hakumana-353046141702289

Grazie di cuore per il vostro aiuto!

 

*********************************English version************************

Hakumana is a day care centre located on the outskirts of Maputo, offering support to HIV-positive children and their families. The centre’s guests often typically suffer from also from other co-morbidities (like tuberculosis) and typically find themselves in a situation of vulnerability. The centre supports them by providing food, medical/psychological care and education. On top of that, Hakumana offers vulnerable people an opportunity for learning new professional skills such as tailoring, soap making, gardening and making small handicrafts from recycled materials. To date, the centre's activities are carried out entirely by volunteers, both experienced medical staff and young helpers, together with the missionary nuns of different congregations. Despite having been accredited by the Ministry of Health of Mozambique as a 'health centre', the project survives almost entirely on donations and does not receive any government support.

Unfortunately, the COVID crisis has only worsened the centre's situation, as most of the activities that used to take place in big groups can no longer be carried out, and at the same time the number of people in need has increased, having now reached a peak of around 320 beneficiaries! The restrictions imposed by the Mozambican government to contain the spread of the virus imposed the closure of all informal selling activities, condemning to poverty a large part of the urban population that used to live out of this - hence the dramatic increase in the number of people who need receive food support from Hakumana. On top of that, schools have been closed for a long time, and children now experience educational and psychological delays. Hakumana used to support children also in this sense with its after-school activities and psychological counselling, but now these activities can no longer be carried out in big groups and the centre’s staff is not sufficient to offer this support in small groups. As you can see from the video, COVID risks destroying Hakumana and its users.

In July 2015, when me and Vincenzo got married, we asked for your help and thanks to it Hakumana was able to build and equip its kitchen and two more classrooms for its children. Today and for this festive season, we would like to ask again for your help to make sure that the COVID pandemic does kill centre's activities. To ensure that Hakumana can continue to offer its support to smaller groups of users, thus preventing the further spread of the virus, the donations we will collect through this initiative will ensure that the medical, psychological and educational support activities a will stop relying so heavily on volunteers’ availability but will be organized in a more stable and continuous way. How? By providing 'scholarships' for four key working figures that the centre desperately needs on a regular basis: a nurse, a psychologist, a social worker and an educator.

In this way we will ensure that on the one hand, interns collaborating with the centre can continue their education while training. On the other hand, Hakumana will be able to offer them an employment opportunity once they have obtained their qualifications, thereby ensuring stability in the Hakumana staff and the possibility of supporting a constantly increasing number of beneficiaries...Let’s not let this COVID pandemics kill Hakumana leaving its beneficiaries without medical, psychological and educational support!

Visit the website and the facebook page of the centre (in Portuguese) to get more information about the activities of the Hakumana Centre and also get in touch with them directly if you want:

www.centrohakumana.org

www.facebook.com/Centro-Hakumana-353046141702289

Thank you very much for your help from the bottom of our hearts!