Per il futuro di Sofia, in ricordo di Antonella

Lidia Velasco Istruzione e Formazione

The story

English version at the end.

Non si è mai pronti per morire neppure quando una lunga malattia consuma il corpo e lo spirito e non lo era nemmeno Antonella, anzi lei era pronta a firmare l’uscita dall’ospedale per tornare a casa dalla sua piccola Sofia, il suo gioiello dagli occhi color acqua marina.

Antonella è un raggio di sole che una brutta nuvola improvvisa ha oscurato per sempre la mattina del 31 gennaio 2020 lasciando nel cuore di chi l’ha conosciuta il gelo dell’incredulità e del dolore.

Ci sono delle persone che quando vanno via per sempre creano un vuoto inspiegabile, diverso.

Sono persone speciali che se hai la fortuna di incontrare, colorano la tua esistenza ma con la stessa facilità, quando non ci sono più, si portano via tutto ciò che ti hanno saputo dare e tu resti solo a domandarti il perché.

Antonella aveva conosciuto il dolore a 10 anni restando orfana di padre, Sofia, la sua bambina ha incontrato il dolore di perdere la sua mamma ancora prima, a soli 7 anni. Antonella ha sempre lavorato con grande dignità ed era una donna sola ma fiera di essere madre.

Per la sua bimba, il suo capolavoro, ha continuato a lavorare fin all’ultimo istante nonostante non percepisse lo stipendio da mesi e questa è una vergogna che non credo faccia sentire qualcuno fiero.

Antonella non c’è più ma ci guarda da lassù e da lì continua a proteggere la sua Sofia che ora è da sola con la nonna, a sua volta sola e la zia. Antonella non ha più le mani per accarezzare la sua bambina, non ha più un corpo che si veste e va a lavorare sperando che il suo lavoro sia riconosciuto e nobilitato. Antonella è morta nell’arco di pochi giorni senza aver saputo cosa ne abbia causato il decesso.

Antonella ha lasciato in custodia a tutti noi la sua piccola Sofia che vorremmo tanto aiutare ad avere un futuro meno precario perché è una bambina ed ha il diritto di tornare a sorridere. Vorremmo darle la possibilità di poter continuare ad andare a scuola e di studiare, di avere le opportunità che ogni bambino dovrebbe avere.

Ancora non sappiamo se Antonella è morta a causa di qualche malattia o malformazione congenita ed anche per questo motivo è nostra premura accertarci che Sofia non abbia problemi di salute tali da comprometterne il futuro.

Ciò che desideriamo fare è una raccolta di fondi per consentire alla piccola di potersi permettere gli studi prossimi e futuri perché, purtroppo, per quanto l’istruzione sia gratuita, mandare un bambino a scuola è una sorta di investimento e noi vogliamo investire sull’istruzione di Sofia.

A Luglio compirà 8 anni, per il suo compleanno la sua mamma non sarà accanto a lei a spegnere le candeline ma aiutandola, di certo potremo accendere una speranza per garantirle un avvenire meno incerto. Siamo sicuri che Antonella sarà felice.

 

You are never ready to die even when a long illness consumes the body and the spirit and Antonella was not, indeed she was ready to sign the exit from the hospital to go home to her little Sofia, her jewel from sea-water colored eyes.

Antonella is a ray of sunshine that a sudden ugly cloud has obscured forever on the morning of January 31, 2020, leaving the chill of unbelief and pain in the hearts of those who have known her.

There are people who when they leave forever create an inexplicable, different void.

They are special people who, if you are lucky enough to meet, color your existence but with the same ease, when they are no longer there, they take away everything they have been able to give you and you remain alone to ask yourself why.

Antonella had known the pain at 10 years of age and was fatherless, Sofia, her little girl met the pain of losing her mom earlier, at only 7 years old. Antonella has always worked with great dignity and was a lonely but proud woman to be a mother.

For his little girl, his masterpiece, he continued to work from the last moment despite not having received his salary for months and this is a shame that I don't think makes anyone feel proud.

Antonella is no longer there but looks at us from up there and continues to protect her Sofia who is now alone with her grandmother, in turn alone and with her aunt. Antonella no longer has her hands to caress her little girl, she no longer has a body that dresses and goes to work hoping that her work will be recognized and ennobled. Antonella died within a few days without knowing what caused her death.

Antonella has left her little Sofia in custody which we would like to help to have a less precarious future because she is a child and has the right to smile again. We would like to give you the opportunity to continue going to school and to study, to have the opportunities that every child should have.

We still don't know if Antonella died of some congenital disease or malformation and also for this reason we are careful to make sure that Sofia does not have health problems such as to compromise her future.

What we want to do is a fundraiser to allow the little girl to be able to afford next and future studies because, unfortunately, as far as education is free, sending a child to school is a kind of investment and we want to invest in education from Sofia.

In July she will be 8 years old, for her birthday her mom will not be beside her to blow out the candles but helping her, certainly we can ignite hope to guarantee her a less uncertain future. We are sure that Antonella will be happy.