Policastrello Vive

Carlo Palermo Beni culturali

The story

   Il forte attaccamento al territorio ci induce a lavorare con etica ed impegno morale per il bene della comunità evitando lo spopolamento dei borghi. I fondi raccolti verranno utilizzati nel ripristino del castello normanno di Policastrello creando un volano occupazionale nel borgo.

   Il Progetto Policastrello Vive, ripartiamo dal castello, nasce da un forte attaccamento al territorio che ci ospita. Si perché tutti noi siamo ospiti dove viviamo e abbiamo il dovere di lasciarlo alle generazioni future migliore di come l’abbiamo trovato.

   Partiamo da questo piccolo valore di vita insegnatoci dai nostri nonni. Visitando la Frazione Policastrello in San Donato di Ninea (CS) in occasione della festa del mais, ci siamo accorti che un castello Ducale ci stava osservando con tutta la sua forza Normanna, incline dal tempo trascorso ci sussurrava aiuto. E stato un attimo come una cenere Santa che sfiora i capelli e tutti noi osservandoci abbiamo detto: Si! Dobbiamo ridare vita a questo luogo incantevole e d’allora tutti noi con le proprie competenze professionali ci siamo messi d’impegno, un impegno morale per il territorio. Dato che tutti noi camminiamo sopra dei pezzi di storia ma non c’è ne accorgiamo e visto l’Art. 9 della nostra Magnifica Costituzione.

   Volendo realizzare nell’area interessata; la chiesa normanna con la sacrestia che un tempo esisteva dove si evince dalle diciassette nicchie, stipi votive, che ancora oggi sono visibili, un museo della memoria dei popoli che abitarono queste vallate, un archivio storico araldico con annessa biblioteca, una sala-ludoteca per bambini Speciali, una sala di rappresentanza del Sindaco ed autorità, una cucina con la sala ristorazione e dieci camere per ospiti, collegando il borgo tramite un bus a servizio pubblico con l'univerdità e la Città più vicina. Ripristinando la segnaletica stradale e la creazione di un sito internet.

   Andremo a realizzare questo progetto per un futuro lavorativo nel nostro territorio, perché le mamme calabresi sono stanche di vedere i propri figli andarsene dalla propria terra. Lavorativamente si è stimato all’incirca il fabbisogno di trenta collaboratori, senza contare il lavoro dell’indotto, si invita chi interessato a candidarsi liberamente, si approprieranno di un bene territoriale unico nel suo genere. Nel baget economico di 375000,00 Euro abbiamo inserito delle attrezzature come una scorniciatrice e una prismatrice usate per la produzione propria del materiale da costruzione, in modo da poter abbassare notevolmente i costi.

   A tutti coloro che parteciperanno al crowdfunding ci sarà una ricompensa in funzione della vostra sostenibilità;

 Un attestato ufficiale di benemerenza, specificando il motivo ed i spazi che si desiderano sostenere.

 Un souvenir a tutti coloro che sosterranno e crederanno in noi.

   Policastrello è un’opportunità per essere protagonisti nel sociale, occorre essere in tanti per realizzare un grande progetto è necessario la condivisione di una volontà e di un percorso comune nel credere nelle proprie capacità.

   Quello che le chiediamo e di seguirci in una storia che ha inizio proprio qui nella nostra Calabria. Il nostro intento civile e morale è nel dar vita ad un territorio ormai spento, nel recuperare il passato e renderlo fruibile alle nuove generazioni nel custodire Opere d’Arte e Patrie memorie.

   Ci impegniamo in prima persona, con il Centro Studi Normanno Svevi ed Associazioni locali, avvalendosi di alta professionalità dei propri operatori che quotidianamente valorizzano il territorio, fotografato e documentato. E grazie alla condivisione di codesto impegno fondamentale per impedire lo spopolamento del territorio calabrese.

   Cerchiamo di fare insieme, differenti nel corpo ma con lo stesso cuore, ci permetterà di costruire un’identità su valori e comportamenti chiari, generando valore sostenibile nel tempo e dando senso alla responsabilità sociale come cittadini attivi.

   Un primo passo in tal senso potrebbe essere, un VS contributo di qualsiasi entità, volontario nel sostenere tale progetto, basta veramente poco, mediante BancoPosta Via Vittorio Veneto Cosenza

 

IBAN: IT 22 O 07601 16200 001046658371 causale; Progetto Policastrello Vive.

 

PostePay: 5333 1710 0535 5348

 

Sicuro che vorrà accompagnarci come partner nella difficile realizzazione e nel condividere la gioia dei traguardi raggiunti le invieremo comunicazioni relative all’attività.

   Nel ringraziarLa per l’attenzione dimostrata, sono disponibile per qualsiasi chiarimento o incontro che si rendesse necessario per giungere ad una positiva conclusione della nostra collaborazione.

   Certi della benevole accoglienza della presente porgiamo cordiali saluti.

 

Il referente del Progetto, Carlo Palermo.