Raccolta Fondi GAM Libera Assemblea Centocelle

Libera Assemblea Centocelle Crisis & Emergency

The story

La Libera Assemblea di Centocelle (LAC) nasce dall’esigenza di far fronte a un’emergenza territoriale dopo i roghi che hanno colpito il nostro quartiere a novembre scorso. Si è costituita a partire dalla mobilitazione di autodifesa del territorio, e da mesi è impegnata nell’azione autonoma per proteggere e migliorare il quartiere e rafforzare i legami della comunità che lo abita. Nella LAC partecipano attivamente molte realtà del territorio, associazioni e centri sociali.

Cos’è il GAM

Il Gruppo di Appoggio Mutuo è uno strumento ideato dalla LAC per rispondere ai bisogni della nostra comunità durante questa nuova crisi sanitaria globale in maniera differente dalle soluzioni che le istituzioni stanno proponendo. Il suo scopo è affrontare ancora una volta insieme un’altra emergenza che, inevitabilmente, ha degli effetti sulla situazione lavorativa, economica, psicologica, affettiva e sociale di ciascuno degli abitanti di Centocelle.

Perché il GAM

Questo inverno ci siamo opposti alla sicurezza intesa come militarizzazione del quartiere, come politica di controllo del territorio dopo gli attentati incendiari. Per noi, la sicurezza la fanno gli abitanti del quartiere, liberi di attraversare e vivere il territorio e di organizzarsi autonomamente per rispondere a bisogni e desideri di una comunità resistente come quella di Centocelle. Oggi, durante questo periodo di quarantena, ribadiamo che per noi la vera sicurezza è qualcosa di distante dal concetto che ci viene proposto dalla politica e dalla tv. La nostra idea di sicurezza si basa sull’organizzazione autonoma e la capacità di costruire legami di mutuo appoggio e solidarietà tra le persone per fare fronte ai bisogni della comunità tutta. Perciò abbiamo deciso di rimanere vicini agli abitanti del nostro quartiere e alla nostra comunità. Per resistere insieme all’emergenza e per rompere l’isolamento forzato che questa situazione ci impone.

#iorestoacasa - giusto ma…

Chiuderci in casa è probabilmente una misura necessaria, seguire le precauzioni di sicurezza e le norme igienico sanitarie indicate in questo periodo è sicuramente fondamentale per la salute nostra e di chi ci sta vicino. Tuttavia, non possiamo far finta di non vedere tutte quelle incongruenze, forme di ingiustizia sociale, difficoltà quotidiane, che si manifestano anche in questa situazione di emergenza. Problematiche già presenti nella normalità e acuite dal regime di quarantena. Problematiche che le istituzioni, tanto locali quanto nazionali, dimostrano di ignorare o di non essere capaci a fronteggiare. Bisogna restare in casa per proteggere e proteggersi, ma molti sono comunque costretti a lavorare, mettendo a rischio se stessi e la loro famiglia, e nessuna vera soluzione è prevista per loro, mentre quelli che rimangono a casa spesso non possono contare su un reddito o ne ricevono solo una percentuale. Molti sono costretti per età o motivi di salute a rimanere in casa ma non sono in grado di procurarsi ciò che è necessario per sopravvivere autonomamente. Famiglie in quarantena non sanno come portare l’occorrente ai loro familiari ricoverati in ospedale.

Cosa fa il GAM

In questo momento in cui siamo costretti a stare a distanza di sicurezza è quanto mai importante rimanere VICINI e non isolarci. Vicini a chi è esposto al contagio, a chi sta in quarantena, a chi sta già pagando il prezzo della crisi che deriva dall'epidemia e a chi ha solo bisogno di conforto per poter superare questa situazione. Solo insieme possiamo superare questa situazione e quello che verrà dopo, quando si tratterà di ritornare a quella normalità che, già prima di tutto questo, presentava enormi problemi strutturali.

Queste sono le attività che, per ora, siamo riusciti a rendere disponibili. Speriamo quanto prima di poterne offrire altre, speriamo di tornare, quanto prima, a poterci organizzare insieme nelle nostre strade.

- Consegna di beni di prima necessità e farmaci a over 65, persone immunodepresse e in quarantena.

Per chi non può uscire di casa per acquistare beni di prima necessità e farmaci.

- Sportello legale solidale

Per chi ha problemi sul lavoro o se lo ha perso in questa situazione di emergenza, ma anche per chi ha dubbi o altri problemi di natura legale.

- Sostegno psicologico solidale

Per chi è in difficoltà ad affrontare questo momento, stati di ansia, solitudine, preoccupazione, operatori sanitari sotto stress, chi ha contratto il coronavirus ed è in isolamento, chi si trova a gestire una situazione familiare complicata.

Abbiamo deciso di far partire una Campagna di Crowdfunding per sostenere le spese del Gruppo di Appoggio Mutuo GAM, che hanno riguardato soprattutto l'acquisto di presidi sanitari e DPI utilizzati per tutelare chi si rivolge a noi e anche come forma di auto tutela, quali:

Mascherine chirurgiche

Mascherine senza filtro

Guanti lattice monouso

Produzione di Gel antibatterico.

Inoltre, i fondi raccolti saranno impiegati per iniziare una campagna GAM-LAC a supporto di tutte le persone che in questo momento, avendo perso il lavoro per l'emergenza, essendo lavoratori atipici non contemplati dalle soluzioni previdenziali previste dal governo, o persone in difficoltà economica per vari motivi, non possono permettersi di sostenere l'acquisto di beni di prima necessità. 

I bonifici saranno accreditati sul Conto di Giovanni Longo, responsabile cassa della Libera Assemblea Centocelle

Per qualsiasi informazione o per sapere come iscriversi e partecipare come volontario siamo a vostra disposizione al 3281674200 lac100celle@inventati.org

Nel caso in cui l'emergenza dovesse finire prima di aver speso tutta la somma donata i fondi residui verranno versati a:  "Nonna Roma" associazione attiva nel sostegno diretto alle famiglie e agli individui in difficoltà economica.