Recupero Vecchie Vigne in Valtellina x Vino Naturale

Jonatan Fendoni Agricoltura

La Buona Causa

Sono un giovane valtellinese, laureato in Scienze Naturali, sto recuperando vecchi vigneti di vitigni autoctoni della Valtellina per produrre vino locale e genuino in modo naturale e senza solfiti aggiunti, applico le tecniche tramandate dai nonni in connubio con quel che ho appreso in anni di studio su testi scientifici e, la ricerca e la sperimentazione, non finiscono squisitamente mai...

La viticoltura, in questa zona di terrazzamenti costruiti pietra su pietra, rupi su rupi, un labirinto di gradini di roccia ancestrali, non è meccanizzabile e la si definisce "Viticoltura Eroica".

Quest'arte, in Valtellina, richiede enormi fatiche, niente mezzi motorizzati ma molte camminate su queste antiche scale e terrazzi monumentali. Le fatiche sono ampiamente ricompensate dal frutto dei vitigni (Cìauenasca, Pignola, Rossula, Brugnola, Merlina e altre) che, se lavorati con la testa e senza additivi, sanno dare un vino onesto da 13 gradi che sa di tutti i buoni e veri profumi della Valle di Teglio.

Sono alla ricerca di fondi per poter recuperare sempre un maggior numero di vigneti, molti ormai in preda all'incuria, degrado e abbandono da parte di famiglie senza più "vecchi" eroi e con i giovani alle prese con altre attività.

I vigneti a cui ho ridato nuova vita erano un groviglio di rovi e piante infestanti ma, celata sotto di essi, l'antica struttura in legno e ferro dei filari, custodiva ancora la "vitae", per lo più autoctona!

Inoltre, questi terrazzamenti coltivati a vigneto sorgono esclusivamente su muri in pietra a secco risalenti almeno a cinque secoli fa, appoggiati sul versante direttamente a contatto con la roccia madre; il salvataggio dall'abbandono di queste aree, ormai in atto da anni, garantisce una notevole diminuzione dell'erosione gravitativa con relativo dissesto idrogeologico, che potrebbe provocare danni a persone e cose.

Fortunatamente ho un piccolo locale di familia adibito a cantina, con la classica volta in pietra, dove conservare il vino stagionato in modo naturale, in cui v'invito per poter degustare il prodotto!

 

Chiedo cortesemente offerte per necessità di ulteriori botti, tini, tinelli e attrezzatura varia per cantina, per la gestione delle strutture nel vigneto, l'imbottigliamento e spese di gestione ecc... se potete SOSTENETEMI!

 

e VENITE A TROVARMI NEL VIGNETO O, ANCOR MEGLIO PER VOI, IN CANTINA E PROSEGUIREMO IL DIALOGO...

 

oppure SEGUITE ALCUNE DELLE MIE ATTIVITà SU

 

https://camminarecontrovento.wordpress.com/

 

Grazie.