Rete Educativa per il Rispetto dei Generi

La Porta Socchiusa Giovani

La Buona Causa

Il progetto R.E.R.G. - Rete Educativa per il Rispetto dei Generi - ha come obiettivo principale la decostruzione degli stereotipi e delle false credenze partendo dall’analisi delle conoscenze dei temi legati al ruolo della donna, dei linguaggi di tipo sessista e della percezione del femminile nei diversi contesti e vuole favorire un utilizzo rispettoso e consapevole dei social media dove queste tematiche trovanoluogo di espressione e diffusione.

Comprendere i modelli di comunicazione e i linguaggi propri dei diversi canali digitali e degli spazi relazionali virtuali è, quindi, di fondamentale importanza per prevenire e contrastare forme di violenza sessista che possono attuarsi sul web e in particolare sui social network.

Il progetto R.E.R.G. nasce da un’attenta riflessione sulla attuale percezione di “normalità” rispetto alla comunicazione sessista e su quanto ormai la violenza del linguaggio sembri irrilevante rispetto ai numerosi atti di violenza fisica che le donne subiscono nel nostro paese.

Il fenomeno è strettamente connesso alla violenza di genere poiché crea pregiudizi e stereotipi sulla figura della donna che si innestano nell’immaginario collettivo influenzando non solo la società ma anche il pensiero del singolo individuo nelle relazioni interpersonali in campo affettivo, familiare e lavorativo. L’atto violento trova, quindi, sostegno e giustificazione nella credenza di un pensiero condiviso e accettato per poi essere punito successivamente alla sua manifestazione.

Si percepisce, quindi, la mancanza di un importante lavoro di prevenzione del fenomeno che deve iniziare già nell’adolescenza, età in cui cambiamenti fisici e psicologici spingono l’individuo alla ricerca di un’autoaffermazione che spesso trova facile sfogo nel web e che non sempre porta a un sano sviluppo della propria personalità, in particolare in ambito affettivo e relazionale. In realtà, se ben utilizzati, i social media possono sostenere un importante processo di sviluppo di competenze comunicative e relazionali con significativi impatti anche in età adulta.

Cosa fa il il progetto R.E.R.G.?

- Sensibilizzazione nella scuola:

L’azione prevede interventi nella Scuola Secondaria di secondo grado ITIS Mattei di San Donato Milanese e comprendono incontri in aula per gli studenti condotti da professionisti e la realizzazione di una pagina social dedicata alle tematiche degli stereotipi e della discriminazione di genere la cui gestione sarà affidata agi studenti seguiti da tutor volontari. Sono inoltre previsti incontri con i genitori e con gli insegnanti per comprendere la tematica e intraprendere azioni per contrastare il fenomeno in ambito scolastico e familiare. L’azione prevede anche l'attivazione di un sportello di ascolto per gli studenti

- Sensibilizzazione della cittadinanza:

L’azione prevede interventi per sensibilizzare la cittadinanza dei comuni di San Donato Milanese e Peschiera Boromeo sulla tematica degli stereotipi e della discriminazione di genere attraverso la comunicazione alle testate giornalistiche del territorio, un convegno finale dove presentare il progetto e i risultati ottenuti e una mostra per abbattere il pregiudizio sulle donne vittime di violenza sessuale.

Il progetto R.E.R.G. è finanziato parzialmente dalla Regione Lombardia attraverso il bando "Progettare la parità in Lombardia - 2018"

Partecipano al progetto:

  • Circolo Arci L’isolachenoncè Associazione di Promozione Sociale
  • La Porta Socchiusa Associazione di Promozione Sociale
  • Comune di Peschiera Borromeo
  • ITIS E. Mattei San Donato Milanese
  • Circolo Arci Ciclostinati Associazione di Promozione Sociale
  • SAPIS Associazione Sport Dilettantistico Arti e Professioni
  • GPS Associazione Culturale