Sostenete il progetto di Cannabis Cura Sicilia

Cannabis Cura Sicilia Salute

La Buona Causa

Cosa sta succedendo? Cosa è successo e quali sono i nostri piani?

Sono passati ormai tre mesi dal nostro evento di presentazione in cui abbiamo illustrato il cambiamento di rotta in direzione ENCOD attraverso la disobbedienza civile. In questi folli mesi ci siamo resi conto della nuda e cruda realtà. In una società come quella italiana, chiedere supporto da ente no-profit quale siamo, ci ha messi in condizione di capire in profondità come una sola associazione con i suoi membri, non è in grado senza un supporto economico di portare avanti una battaglia di queste dimensioni nella nostra martoriata e vituperata Sicilia. Nonostante gli aiuti materiali a titolo gratuito gentilmente offertoci da DINAFEM ZAMNESIA,SENSI SEEDS e , i quali ci hanno spedito del materiale da distribuire ai nostri soci ed interessati in cambio di un’offerta, ci siamo resi conto che abbiamo ancora bisogno del vostro aiuto. Crediamo fortemente che una realtà come il social club, gestito da appassionati ed esperti, possa davvero rappresentare la migliore alternativa al proibizionismo: amicizia, professionalità, attivismo, passione e collaborazione sono gli elementi chiave che stanno alla base del successo di un’iniziativa del genere. Ma tutto questo perché?

Siamo spinti da differenti ragioni:

1) La Cannabis è una risorsa dal potenziale inimmaginabile per la nostra regione e per tutto il paese

2) L’inadempienza della Regione Sicilia sulla questione farmaci cannabinoidi

3) Repressione, spesso violenta, da parte delle F.F.O.O., nei confronti dei consumatori

4) Una regolamentazione che si distacca completamente dalla realtà sociale di tutto il paese con pene non proporzionate all’entità del fatto.

5) Un numero sempre maggiore di consumatori, e l’esigenza di togliere il prodotto dalle mani della criminalità organizzata e garantire un prodotto di qualità e con diverse proprietà

6) LA CANNABIS PUO’ ESSERE USATA COME CURA PREVENTIVA

Queste ragioni, che sicuramente sono condivise dalla stragrande maggioranza dei consumatori, sono supportata da anni di esperienza accumulata con questa magnifica pianta. Un’esperienza che non ha niente a che vedere con i risultati ottenuti in questi anni dai vari centri di studi governativi, a cui va il nostro rispetto, ma che non sono stati in grado di offrire ai cittadini un prodotto di qualità.

Oggi i Cannabis social Club spagnoli e i dispensari USA, rappresentano l’avanguardia degli studi e ricerche sulla cannabis, basti pensare che quasi tutti gli studi governativi si basano su un numero limitatissimo di genetiche(vedi dati NIDA). I passi in avanti che i growers italiani, olandesi, spagnoli e da ogni parte del mondo, sono davvero impressionanti. Con l’aiuto delle genetiche offerte dalle migliori banche semi, oggi siamo in grado di poter offrire un prodotto versatile e che si adatta ad ogni tipo di necessità/problema. Siamo in grado di estrarre i principi attivi della cannabis evitando i prodotti della combustione altamente cancerogeni.

Stiamo parlando di elevatissima professionalità offerta gratuitamente.

Da cosa nasce tutto ciò? Prima di tutto, dall’etica e dai valori morali su cui un Social Club si fonda: solidarietà, supporto, amicizia e attivismo. Perché non vogliamo denaro? Perché lo facciamo per passione, per togliere un profitto alla MAFIA, per garantire un prodotto d’eccellenza, perché è questo quello di cui si parla, per diffondere i principi fondamentali della Cannabis, informare i nostri cittadini e garantire una corretta educazione a riguardo, distante anni luce dall’informazione faziosa e corrotta fatta in questi quasi 80 anni di proibizionismo. E come farete a mantenere viva l’associazione? Grazie ad i nostri soci, ed alla quota che verseranno mensilmente o annualmente per affrontare i costi di gestione del club: questo darà loro diritto ad una quantità settimanale di cannabis autoprodotta, che non verrà acquistata ma semplicemente ritirata e consumata all’interno del club.

Cosa faremo dunque nella pratica?

Coltivazione per i nostri soci, organizzazione di eventi legati all’informazione e all’educazione, corsi sulla coltivazione ed estrazioni, attivismo costante, attività di integrazione e supporto sociale e fiere dimostrative. Pensate se annualmente i cannabis club, semplici consumatori o coltivatori di tutto il mondo si incontrassero una volta l’anno in Sicilia per scambiarsi genetiche, nuove scopertene tecnologie e degustare i differenti prodotti a disposizione. Pensiamo in grande, pensiamo a livello internazionale.

Vogliamo davvero instaurare una rete europea che colleghi tutti i social club e gli attivisti. Come? Grazie ad ENCOD, organizzazione internazionale che promuove strategie valide sulle droghe, e contro il fallimentare proibizionismo.

Grazie per l’attenzione amici, vi invitiamo ulteriormente a supportare la nostra iniziativa facendo una donazione e permetterci di realizzare questo sogno che riguarda noi tutti consumatori coltivatori!

Grazie ancora!!!!