Sostieni le case-accoglienza del Sogno di Stefano

Il Sogno di Stefano Assistenza Sociale

The story

Sostieni le case-accoglienza dell’Associazione Il Sogno di Stefano onlus

http://www.ilsognodistefano.it

Le 3 Case del Sogno di Stefano ospitano i familiari dei bambini ricoverati con insufficienza renale cronica a Padova e a Bologna. In questo lungo tempo di pandemia l’Associazione non ha ridotto le sue attività anche se ha dovuto limitare fortemente le iniziative pubbliche di raccolta di contributi ideate dalla creatività dei volontari. Malgrado ciò l’Associazione continua a sostenere per le case dei costi annuali che assorbono risorse significative:

€ 16.000 per la casa accoglienza di Bologna, operativa dal 2010

€ 20.000 per le due case accoglienza di Padova, operative dal 2009

A questi s’aggiungono altri costi fissi:

€ 17.000 per il sostegno alle attività della nefrologia pediatrica di Bologna

€ 38.000 per il sostegno alle attività della nefrologia pediatrica di Padova che include anche uno psicologo a supporto dei piccoli malati e delle loro famiglie

Attualmente in Italia oltre 30.000 soggetti con meno di 18 anni soffrono di Insufficienza Renale Cronica mentre gli adulti malati di rene ammontano a oltre 6 milioni, il 10% della popolazione.

L’associazione Il Sogno di Stefano è nata a Padova il 28 maggio 2004 con lo scopo di aiutare i tanti bambini malati di rene ad avere una vita normale, favorendo e promuovendo la ricerca scientifica e impegnandosi a sostenere i bisogni logistici, educativi e psicologici di questi bambini e delle loro famiglie.

Dal 2009 ha allargato la sua attività a livello Nazionale con la creazione della Rete del Ma.Re. tra le associazioni che in Italia sono concentrate sulle malattie renali pediatriche.

Attualmente Il Sogno di Stefano opera nei reparti di Padova, Bologna, Verona e collabora con quello di Milano

Oltre ai costi annuali di cui sopra, dalla sua fondazione,Il Sogno di Stefano ha investito complessivamente:

€ 90.000 per l’acquisto di apparecchiature e strumenti sanitari per i reparti delle due città

€ 680.000 a sostegno della ricerca scientifica sulle patologie renali pediatriche e attività connesse

A tutt’oggi l’Associazione sta sostenendo varie attività e iniziative:

- Diffusione del volume di Bruno Damini “I Fagioli Ribelli. Quando i reni dei bambini… Racconti di vita sospesa e di rinascita”, Minerva Edizioni. Da questo volume si sviluppa un progetto in stretta collaborazione con i medici del Programma di Nefrologia Pediatrica, le dietiste del Policlinico di Sant’Orsola di Bologna e alcuni noti professionisti del mondo della ristorazione bolognese che, quando le restrizioni dovute alla pandemia lo consentiranno, per la prima volta in assoluto in Italia proporranno nei loro locali preparazioni aproteiche e ipoproteiche basate su alcune delle ricette proposte nel volume.

- Finanziamento a progetti e studi di ricerca scientifica, anche a livello europeo, per curare meglio e prevenire le malattie renali.

1) Uno di questi ha consentito di mettere a punto “le prime Linee guida in Italia per il trattamento di bambini affetti da sindrome nefrosica”, come spiega il professor Giovanni Montini, presidente del Comitato scientifico per la parte medica dell’associazione e oggi direttore dell’Uoc Nefrologia e Dialisi pediatrica della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e docente di Pediatria all’Università di Milano.

2) Un altro progetto è dedicato all’Acidosi Tubulare Renale Distale per fornire più informazioni su diagnosi, farmaci, terapie, e sperimentazione su questa patologia.

3) L’ultimo progetto per il quale si stanno raccogliendo fondi è lo studio di ricerca dal titolo: “Validazione di biomarcatori per lo sviluppo di metodi non invasivi nella diagnosi precoce di rigetto del rene trapiantato”. L’obiettivo ultimo è quello di poter creare un test specifico, non invasivo, per la diagnosi precoce di rigetto con possibile sviluppo di nuove terapie per la sopravvivenza del bambino trapiantato.

- Acquisto di apparecchiature e strumenti sanitari

- Assistenza psicologica al bambino e alla famiglia

- Acquisto di materiale ricreativo per i piccoli pazienti

- Supporto economico a famiglie con situazioni di particolare disagio

- Progetto scuole promuovendo incontri con i ragazzi (temporaneamente sospeso in attesa della riapertura delle scuole)

CONTINUATE A SOSTENERE “IL SOGNO DI STEFANO” ANCHE CON LE DONAZIONI DEL 5X1000 INDICANDO IL CODICE FISCALE 92167390282 SULLA CASELLA SOSTEGNO DELLE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITÀ SOCIALE.

Seguiteci anche sui social

https://www.facebook.com/ilsognodistefano

https://www.instagram.com/ilsognodistefano/