The story

Istituto Superiore Pascal-Mazzolari

Manerbio e Verolanuova (Brescia)

Sezione di Verolanuova

 

Un giardino per il futuro

 

Contatti:

mail: 3lse.mazzolari@gmail.com

Instagram: 4emazzolari

 

CHI?

Siamo un piccolo gruppo di studentesse e studenti, che prendono coscienza del fatto che siamo responsabili in prima persona dei luoghi nei quali viviamo, come la scuola. Vi passiamo tante ore delle nostre giornate. E’ il luogo che ci vede crescere, faticare, certe volte sbagliare e rialzarci, dove coltiviamo amicizie e speranze. Frequentiamo la classe IV E del Liceo delle Scienze sociali dell’Istituto Superiore Pascal-Mazzolari di Verolanuova (Brescia).

 

CHE COSA?

Alla fine della III abbiamo visto in classe un documentario dedicato ad alcune buone pratiche per uno sviluppo sostenibile. Con piccole idee si possono migliorare molti aspetti della nostra vita. Ci ha fatto riflettere.

Che cosa possiamo fare? Da dove cominciare? Forse dalla nostra scuola? Come la vorremmo? Sono queste le domande che hanno fatto nascere in noi l’idea di un progetto che armonizzasse formazione culturale, studi e voglia di contribuire a rendere migliore il mondo attorno a noi.

Il nostro Istituto scolastico è circondato da giardini nei quali non mettiamo mai piede. Forse perché le norme di sicurezza devono essere applicate, forse perché è un luogo in più da gestire per garantire la sorveglianza, o forse perché nessuno ci pensa… Sarebbe però un luogo che potrebbe migliorare la nostra vita scolastica, nei momenti di pausa, per fare sport, per incontrarsi. Invece di aspettare che altri ci mettano mano, vorremmo provare a pensarci noi, con l’aiuto, certo, della Dirigente, degli insegnanti, del personale della scuola.

Sentiamo spesso parlare di emergenza ecologica. Come sarà il nostro futuro? Come possiamo contribuire a migliorarlo? Al tempo stesso viviamo in un mondo sempre più collegato e interdipendente. Non si può pensare localmente, se i problemi riguardano ampie fasce di popolazione e zone geografiche sempre più grandi. Da qui l’idea di coniugare il nostro viaggio di istruzione per un’esperienza di lavoro e formazione all’estero in aziende che si sono poste le nostre stesse domande. Ne abbiamo individuato due, nel nord della Francia: Agrément du jardin e Pocheco. Nella prima vorremmo apprendere delle tecniche di allestimento di spazi esteriori (in una logica di job shadowing). Nella seconda vorremmo comprendere la loro politica di sviluppo sostenibile .

Il progetto vorrebbe concludersi con alcuni giorni di lavoro in uno spazio all’aperto della nostra scuola, perché ciò che abbiamo imparato diventi lavoro concreto sul campo e possa ispirare altri.

 

COME?

Abbiamo trovato un grande sostegno dalla dirigente e dal consiglio di classe. Gli insegnanti di varie discipline (Storia e Filosofia, Inglese e Francese, Arte e Diritto) hanno adattato i loro programmi in modo da prepararci. Al tempo stesso ciascuno di noi si occuperà di preparare una parte di tutti gli aspetti del programma e di farlo, oltre che in italiano, anche in inglese e in francese. Il tutto sarà pubblicato su un sito internet dell’iniziativa che stiamo allestendo e vorremmo dare conto di tutta l’iniziativa attraverso un blog.

Per tutti gli aspetti organizzativi, ci siamo divisi in gruppi, in modo che ciascuno di noi possa essere costruttore attivo del progetto.

 

QUANDO?

Nel piano della attività della nostra scuola, i viaggi d’istruzione sono programmati tra il 6 e il 16 marzo 2020. Approfitteremo di quelle date, per coniugare un’esperienza di formazione culturale e di lavoro. Essendo la nostra scuola una scuola ambasciatrice delle istituzioni europee, vorremmo anche formarci alle dinamiche partecipative del parlamento europeo.

 

DOVE?

Le regioni della Francia (Île-de-France e Alsazia) e del Belgio (Vallonia) dove si svolgerà il viaggio, sono regioni che sono state teatro di momenti fondamentali e talvolta drammatici della storia europea. Per questo motivo sono state poste lì le istituzioni europee. L’Alsazia e la Vallonia sono zone di confine, nelle quali identità culturali differenti si sono incontrate costituendo delle loro identità culturali particolari che vale la pena conoscere.

 

IL PROGRAMMA

6-8.3.2020 Viaggio e arrivo a Parigi, con visita al museo del Louvre e visita al centro storico della città.

8-12.3.2020 Viaggio a Lille e stage di esperienza lavorativa presso la ditta Agrement du jardin, con una visita alla ditta Pocheco.

12-13.3.2020 Viaggio a Bruxelles, visita la Parlamento europeo con simulazione di una seduta parlamentare, e visita al centro della città.

14-15.3.2020 Viaggio a Strasbourgo, con visita della città e alla sede del Parlamento europeo.

16.3.2020 Viaggio di ritorno.

 

PERCHÉ?

Perché vogliamo formarci per divenire sempre più consapevoli che il mondo e il nostro futuro ci appartengono e che possiamo fare la nostra parte per migliorarlo. Non si tratta solo di sapere, ma anche di fare, con esperienze sul campo, per ampliare i nostri orizzonti e per mettere noi stessi “le mani in pasta”.

 

BUDGET

Non si tratta di una semplice visita d’istruzione. I giorni necessari a completare tutto il tour sono tanti e i costi rischiano di alzarsi. Noi stimiamo che il costo complessivo del viaggio e del lavoro a scuola si aggiri attorno ai 9.000 €. La scuola, anche grazie ad un finanziamento da parte di una banca, ci ha assicurato 2.100 €.

Non vogliamo pesare sulle nostre famiglie. Vorremo darci da fare lungo tutto il corso dell’anno per raccogliere fondi e abbassare il più possibile la quota di partecipazione di ciascuno (il nostro sogno e di azzerarla!).