Un luogo per l'immaginazione contro l'emarginazione

Faternalcompagnia Generale

La Buona Causa

 AIUTATECI A  COSTRUIRE UNO SPAZIO DI


IMMAGINAZIONE CONTRO L'  ESCLUSIONE


Dopo dieci anni di attività in un luogo precario e senza riscaldamento, finalmente il Comune di Bologna ci ha concesso uno spazio nuovo, lo spazio naturalmente è da ristrutturare e per ristrutturarlo e allestirlo dovremo raccogliere tra istituzioni ed altro 70.000 euro. La nostra compagnia ha ottenuto risultati egregi sia in campo culturlae che in campo sociale questo nuovo spazio cio permetterà di ampliare e migliorare tutte le nostre attività. I fondi che raccoglieremo sarnno destinati alla Fondazione di un centro culturale e teatrale locale, nazionale ed internazionale che abbia tra i principali scopi quello di essere al servizio di persone con problemi di esclusione, delle fasce sociali più deboli, e di operare per una comunicazione di impegno sociale e civile.Uno spazio per il quartiere e per la città dove si svolgeranno attività teatrali e musicali per bambini e adulti, cineforum, vernissage, laboratori multiculturali, sala danza, tre punti internet, biblioteca mediatica, sala musica, luogo per eventi invernali ed estivi (all’aperto), coinvolgendo il quartiere e la città sia come pubblico che come primi fruitori realizzando attività in rete ed integrate con le altre realtà associative ed attività sociali; i laboratori artigianali di costruzione maschere e i laboratori di teatro saranno rivolti a minori a rischio, portatori di Handicap, svantaggiati e stranieri. E ampliando la già alta capacità ricettiva di borse lavoro in collaborazione con i Sert da inserire in tutte le attività quotidiane di mantenimento dello spazio, gestione, dei luoghi e lavori di ufficio.Uno spazio di rilevanza nazionale: sede della Scuola di Teatro Louis Jouvet che organizza stage e seminari con maestri internazionali, luogo di produzione per gli spettacoli della Compagnia, sede di rassegne estive teatrali e musicali in collaborazione con realtà culturali bolognesi e nazionali. Un luogo multiculturale con serate di aggregazione attorno agli eventi realizzati. Integrando i corsi professionali le persone con problemi di esclusione a livello gratuito,cercando non solo di inserirli in contesti di attività attorica ma sopratutto in corsi su tecnico del suono e illuminotecnicaUn luogo di rappresentanza internazionale: luogo di pubbliche relazioni per le nostre relazioni con l'estero, in grado di ospitare un ufficio di progettazione europea ed internazionale, di sostenere i rapporti continuativi che abbiamo con il Giappone e con la Francia e quelli che stiamo impiantando con altri Paesi e anche in grado di coordinare gli allievi di provenienza internazionale che partecipano ai nostri stage di alta formazione. Un luogo dove ospitare seminari, convegni, dibattiti, sui temi che hanno caratterizzano la peculiarità del lavoro di Fraternalcompagnia. Un luogo dove coordinare la grande rete di associazioni, enti pubblici e privati, realtà teatrali organizzate e professionisti del settore culturale e sociale che in questi anni hanno collaborato con noi contribuendo ad allargare l’orizzonte delle nostre attività..Un lavoro di diffusione e informazione internazionale che già ci ha portato alvorare in Giappone con l' UNiversità di Osaka per progetti di inclusione sociale attraverso il teatro. Come si evince l'idea è quella di avere un'organizzazione teatrale, di produzione, didattica, aperta nelle sue attività ad una integrazione tra normali utenze del teatro e persone con problemi di esclusione evitando gherttizzazioni che molte volte vengono compiute in nome di una teatroterapia di scarso risultato pratico e incidenza nella vita reale della persona. Lo spazio va completamente ristrutturato, nei bagni, nella cucina, nella divisone scenografica delle sale di attività, nella messa in posa di pavimenti in legno, vanno ristrutturate porte e finestre. Una volta fatto il lavoro di ristrutturazione dovremo costruire un lavoro scenografico di divisione degli spazi in modo da poter trasformare all'occorrenza le quattro sale che ci servono per diversi usi. CHIEDIAMO ANCHE IL VOSTRO AIUTO SIETE TANTI E BASTA POCO PER AVERE UN NUOVO SERVIZIO CULTURALE E DI AIUTO PER I PIU'DEBOLI